La cronaca del match

Futsal Molfetta, vittoria contro il Civitanova

Le molfettesi si impongono 3-1 contro le marchigiane

Altri Sport
Molfetta lunedì 16 aprile 2018
di La Redazione
Futsal Molfetta
Futsal Molfetta © n.c.


Il Futsal Molfetta continua a vincere, sesta consecutiva per la squadra di mister Iessi, che finalmente sfata il tabù vittoria lontano dalla Puglia e continua a mantenere saldo il terzo posto in classifica generale. Lo fa non in maniera brillante, vuoi per alcune ragazze non al meglio della loro condizione, vuoi per la squadra avversaria che ha lottato su ogni pallone, comunque ciò che contava era il risultato e la squadra molfettese ha centrato l’obiettivo.

Mister Iessi schiera in campo Liuzzo, Campana, Mazzuoccolo, Monaco e Borraccino e appena battuto il calcio d’inizioBorraccino servita alla perfezione da Campana va subito in rete. Dopo quattro minuti, il Futsal Molfetta raddoppia; Monaco con un delizioso pallonetto a scavalcare il centrocampo serve Bego Campana che a sua volta con un altro pallonetto supera il portiere avversario, Fermani, realizzando. Il Civitanova comincia a reagire ed è prima Frontini a sfiorare la rete, infatti dopo essersi liberata di un paio di difensori batte a colpo sicuro, ma Monaco sulla linea riesce a mandare in fallo laterale la palla, poi Ciccioli con un forte tiro da fuori area, ma Liuzzo para. Intorno all’ottavo minuto il Civitanova accorcia le distanze: Fermani con un lancio lungo serve Gasparriniche con un pallonetto supera Liuzzo la quale prova con un colpo di reni a prendere la palla, ci riesce, ma non a deviarla del tutto fuori la porta. Nel primo tempo da segnalare ancora una parata di Liuzzo su Frontini e due occasioni per il Molfetta, prima con Dicorato (parata del portiere in angolo) e poi con Mazzuoccolo che colpisce il palo.

Nel secondo tempo, sono diversi i tentativi di entrambe le formazioni

per andare a segno, ma i due portieri sono in stato di grazia e parano tutto. Per il Civitanova vanno alla conclusione Gasparrini, Rogani e Ciccioli, ma Liuzzo si supera in tutte le occasioni; dall’altra parte è Fermani a dire di no a De Filippis e Mezzatesta, fino ad un paio di minuti dalla fine (per noi…per l’arbitro mancavano pochi secondi), quando Mazzuoccolo dalla sua metà campo, con Fermani a fare il quinto di movimento, manda in rete a porta sguarnita per il definitivo 3 a 1.



Lascia il tuo commento
commenti