L'iniziativa

"Oltre i confini della diagnosi", grande successo per l'evento di ApertaMente

Il tema centrale su cui si è focalizzato il seminario è stato quello dei riflessi di sviluppo e della sensorialità nei bambini con difficoltà

Attualità
Molfetta venerdì 15 settembre 2017
di La Redazione
L'associazione ApertaMente nel seminario di Nuni Burgio
L'associazione ApertaMente nel seminario di Nuni Burgio © n.c.

Si è concluso nei giorni scorsi il seminario “Oltre i confini della diagnosi” tenuto da Nuni Burgio, che si occupa da anni di autismo, ed organizzato dall’associazione di promozione sociale ApertaMente svoltosi presso l’istituto comprensivo statale San Giovanni Bosco a Molfetta.

Il tema centrale su cui si è focalizzato il seminario è stato quello dei riflessi di sviluppo e della sensorialità nei bambini con difficoltà. I partecipanti hanno avuto modo di comprendere come il corpo dei bimbi sia un meccanismo complicato che si sviluppa sotto i nostri occhi e che si può tranquillamente associare ad una pagina bianca su cui si potrebbe metaforicamente scrivere.

Ma quando questo meccanismo per una serie di motivi si inceppa, noi adulti ci blocchiamo e non sappiamo più cosa fare. Studiando questi meccanismi si può quindi capire e aiutare questo processo di sviluppo. È stata grande la partecipazione, enorme l’interesse. Un seminario ricco di emozioni ed interventi da parte dei presenti che hanno dimostrato, in tal modo, di aver apprezzato gli sforzi degli organizzatori.

Una Nuni Burgio capace di attirare l’attenzione di chi era lì attento a comprendere certi meccanismi ed apprendere le varie fasi di sviluppo del bimbo. “Ringraziamo ancora una volta – affermano gli organizzatori – la relatrice per l’accuratezza e la precisione dei suoi interventi, il dirigente dell’istituto Tiziana Santomauro per la disponibilità e la costante attenzione che mostra verso il tema della disabilità e tutti i partecipanti arrivati anche dalla Calabria. Un ringraziamento speciale va anche alla nostra instancabile presidente Lidia de Trizio e al vicepresidente Maria Cappelluti.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette