Dito puntato contro le condizioni di insicurezza

Molfetta per la Puglia: «Lungomare è ormai come la pista di Indianapolis»

La nota del movimento sulle condizioni di sicurezza in uno dei luoghi più frequentati dai molfettesi

Attualità
Molfetta giovedì 14 giugno 2018
di La Redazione
Il lungomare di Molfetta colmo di sporcizia
Il lungomare di Molfetta colmo di sporcizia © Molfettalive.it

Riceviamo e pubblichiamo la nota del movimento "Molfetta per la Puglia".

“Molfetta per la Puglia” lancia un forte appello per ripristinare le condizioni di sicurezza in una strada lasciata al suo destino. Erano anni che non si presentava il problema del lungomare Marcantonio Colonna.

Fu l’allora amministrazione a guida del sindaco Guglielmo Minervini e Assessore Maria Sasso, su mia segnalazione, che intervenne tempestivamente con la sistemazione dei segnali di stop e delle bande di rallentamento.

In questi ultimi anni il lungomare è stato lasciato al suo destino e tutto è tornato come prima. Bisogna riprendere quanto di buono fu fatto allora.

Molfetta per la Puglia propone:

  • Montare le bande di rallentamento perchè il lungomare è ad altissima percorribilità e la sera si trasforma in una pista tipo Indianapolis. Auto e moto che sfrecciano ad alta velocità mettendo a rischio la sicurezza dei pedoni e soprattutto dei bambini.
  • Rendere pedonale il Lungomare Marcantonio Colonna, così com’era una volta, facendolo rientrare nel progetto dell’area pedonale del centro cittadino. Naturalmente la limitazione del traffico è considerata da noi come atto di prevenzione ambientale in previsione dell’aumento fisiologico di CO2 in estate. Incentivare, laddove è possibile, l’intrattenimento per rendere più vivace la strada con il coinvolgimento dei commercianti della zona. Programmare una serie di iniziative musicali-culturali e/o sportive per tutto il periodo estivo.
  • Curare l’igiene del lungomare Marcantonio Colonna, effettuando più controlli, soprattutto nelle ore serali, perché la strada è diventata una discarica di bottiglie di vetro. In alternativa disporre il divieto assoluto di vendita di bottiglie di vetro, con apposita ordinanza sindacale. Non bisogna tralasciare il problema delle feci canine. A questo proposito sarebbe opportuno istituire, per tutta la città, il corpo di polizia ambientale a tolleranza zero
  • Curare la manutenzione del verde del lungomare Marcantonio Colonna, con la sistemazione periodica degli alberi.
  • Risistemazione delle panchine in legno o loro sostituzione.

Noi del Movimento Molfetta per la Pugliz chiediamo un intervento tempestivo e urgente dell’amministrazione Minervini perché possa mettere in atto quanto sopra elencato per rendere più sicura e vivibile la zona del lungomare Marcantonio Colonna.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Un cittadino ha scritto il 15 giugno 2018 alle 07:06 :

    Invito giornalisti ed amministratori pubblici: PEROVATE a passeggiare dopo le ore 21 nel tratto di lungomare che corre dall'incrocio di via Verni agli uffici dell' INPS.... Macchine in doppia, tripla e quadrupla fila, moto ed autovetture che sfrecciano. In tutto questo nessuno che si preoccupa di mantenere un decoro del luogo. Rispondi a Un cittadino

  • An ha scritto il 14 giugno 2018 alle 15:11 :

    Di tutto cio' e vero la sera per I residenti diventa impossible riposare tra stereo delle macchine da alto volume macchine e moto che sfrecciano a velocita sostenuta le istituzioni zero per non parlare della dinsifestazione e lavaggio che non viene fatto e il fetore e tanto la mattina presto e un via vai per I bisognini di cani Rispondi a An