Notte di fuoco in via Cap. de Candia. D'Ingeo: «Azzollini si dimetta»

Accertata la natura dolosa del rogo. L'obiettivo era la bancarella di un fruttivendolo

Cronaca
Molfetta giovedì 09 luglio 2009
di La Redazione
© MolfettaLive.it

L'incendio che intorno alle 00.30 ha avuto come teatro via Cap. de Candia era di natura dolosa.

E' quanto emerge dalle prime indagini dei Carabinieri della Compagnia di Molfetta. Il rogo ha avuto origine da alcune cassette della frutta in legno appositamente accatastate e ha distrutto due autovetture, una Fiat Tipo e una Lancia Y, danneggiando una Chevrolet Captiva e un automezzo Fiat di proprietà dello stesso venditore ambulante.

Le fiamme sono state domate dai Vigili del Fuoco del Distaccamento di Molfetta.

Con quello di stanotte salgono a tre gli incendi, dall'inizio dell'anno, ai danni di postazioni per la vendita di prodotti ortofrutticoli. Bancarelle che negli ultimi tempi sono aumentate di numero e dimensione. Compresa quella incendiata, ripristinata già nella mattinata.

Una situazione, quella del commercio ambulante, aspramente criticata dal Liberatorio Politico che tramite il suo coordinatore Matteo d'Ingeo chiede la convocazione di un consiglio comunale straordinario e attacca duramente il sindaco Antonio Azzollini, chiedendone le dimissioni.

«Dopo l'ennesima notte di fuoco - dichiara d'Ingeo - ci preoccupa la situazione dell'ordine pubblico in città ma ci indignano, e non poco , le parole pronunciate dal sindaco Azzollini durante la commemorazione del compianto sindaco Gianni Carnicella.

Con incredibile, vergognoso e ipocrita atteggiamento di sfida, Azzollini ha affermato che la sua amministrazione opera in continuità con Carnicella e che il miglior modo per ricordare il sindaco, brutalmente ammazzato, è quello che la sua amministrazione sta facendo e cioè "l'operare quotidianamente associando l'etica cristiana e l'etica pubblica".

Ci dispiace smentirlo ma mai questa città aveva raggiunto un tale livello di degrado civile dagli anni bui della sua storia e cioè dagli anni '90.

Chiediamo al Sindaco e alle forze politiche democratiche la convocazione straordinaria del consiglio comunale con un solo punto all'odg: "situazione ordine pubblico e sicurezza in città". Inoltre
- conclude il comunicato diffuso agli organi di stampa - se il sindaco e la sua amministrazione non hanno le capacità di governare e controllare il territorio si dimettano immediatamente prima che sia troppo tardi».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • narboliese ha scritto il 11 luglio 2009 alle 13:50 :

    la cosa meno importante rispetto ai problemi di ordine pubblico è che spesso queste bancarelle raggiungono dimensioni tali da rendere pericolosa la circolazione (vedi incrocio via don minzoni, via caduti sul mare). chi li controlla? Rispondi a narboliese

  • uannah ha scritto il 11 luglio 2009 alle 09:18 :

    Signori, la città è grande, come si fa a controllarla tutta? E il sindaco cosa altro può fare se non organizzare le forze dell'ordine (cosa già fatta, tra l'altro)? Deve andare in giro lui? Se volete maggiore sicurezza andate in giro e chiamate i carabinieri ogni volta che vedete qualcuno che commette reato, non state sempre dietro i computer a spettegolare su facebook!!! Rispondi a uannah

  • dedalo ha scritto il 10 luglio 2009 alle 19:09 :

    A vivalaverità: l'essenza della democrazia è la libertà di pensiero e di manifestarlo, sancito dalla nostra costituzione che probabilmente conosci poco.Ogniuno è libero di dire quello che vuole e non quello che il potente di turno desidera ascoltare. W la libertà e w la verità. Rispondi a dedalo

  • VIVALAVERITA ha scritto il 10 luglio 2009 alle 18:05 :

    X Blondie . Non non continuare anzi avresti fatto meglio a non iniziare. Non nascorderti dietro un PC, ma abbi il coraggio di denunciare esponendoti in prima persona. Per il resto se si tassassero le fesserie molta gente starebbe zitta, insomma si predica bene ma si rozzola male. Un saluto a tutti Rispondi a VIVALAVERITA

  • MOLF ha scritto il 09 luglio 2009 alle 23:24 :

    D'Ingeo, mi giungono notizie che sono state rilasciate due licenze di vendita per attività ambulante di ortofrutta, da svolgere in C.so Fornari e Via Campanella. Cosa ne pensi a proposito??? Cosa c'è di vero??? Che non vogliano fare una grigliata di Falchi pellegrini condito con olio di girasole a te così gradito??? Io nel frattempo chiederi le dimissioni degli amministratori dei vari condomini interessati. Rispondi a MOLF

  • ermelinda ha scritto il 09 luglio 2009 alle 23:03 :

    D'ingeo sara' un buon politico ribellante ed denunciatario, ma a volte bisogna riconoscergli queste qualita' su una cosa ha ragione ci sono amministratori che danno poco peso all'incarico aquisito basta girare la villa comunale il mattino e sono tutti concentrati nei salotti ha commentare, cucire e tagliare ha buon intenditore poche parole Rispondi a ermelinda

  • Biancorosso89 ha scritto il 09 luglio 2009 alle 17:47 :

    Azzollini sicuramente darà ascolto a d'ingeo! ahahaaha Rispondi a Biancorosso89

  • filone ha scritto il 09 luglio 2009 alle 17:42 :

    questo paese è tutto uno skifo...dove sono i vigili urbani??? Rispondi a filone

  • catione ha scritto il 09 luglio 2009 alle 16:49 :

    altrove ci si sta organizzando con delle ronde civili..capisco che le forze dell'ordine hanno sempre meno risorse a causa dei tagli operarti del governo Berlusconi.. ma Molfetta si degrada giorno per giorno e noi restiamo a guardare. Azzollini non solo dovrebbe dimettersi ma anche andare in esilio.. fino a tre anni fa questa città era vivibile, peccato davvero. parcheggiate lontano dai fruttivendoli abusivi .P.S. ma questi "esercenti" le pagano le tasse? Rispondi a catione

  • blondie ha scritto il 09 luglio 2009 alle 16:43 :

    sì... il sindaco si dimetta. NON è IN GRADO di fare il sindaco. Io sono stanca. -ambulanti in ogni angolo -faide tra famiglie (legate al primo punto) che rischiano di coinvolgere e far male a cittadini per bene.- aumento della criminalità- strade dissestate (anche quelle su cui hanno fatto lavori e che poi hanno asfaltato tappezzando)- sporcizia e mancanza di controlli - degrado della città, dell'arredo urbano (per mancanza di controlli) ...DEVO CONTINUARE? Rispondi a blondie