La soddisfazione dell'assessore alla Cultura Sara Allegretta, promotrice dell'iniziativa

“Ti presento Carmen”, ultimo appuntamento della rassegna Rosso Porpora

Sabato 2 giugno al Museo Diocesano, Molfetta, alle ore 19 e alle ore 21

Cultura
Molfetta venerdì 18 maggio 2018
di La Redazione
"Ti presento Carmen" © n.c.

“Ti presento Carmen” è l’ultimo appuntamento in programma della rassegna Rosso Porpora, promosso dall’assessorato alla Cultura.

Una rassegna che ha ottenuto un grande successo di pubblico e critica, con il coinvolgimento di risorse artistiche locali e non solo, ma che ha persino suscitato l’interesse di affermati programmi televisivi, infatti l’assessore alla Cultura Sara Allegretta è stata ospite della trasmissione “Femminile plurale”, invitata a parlare della rassegna e del suo valore artistico e sociale. Andata in onda mercoledì scorso su TeleDehon, sarà in replica venerdì 18 maggio alle ore 15.10, domenica 20 maggio alle ore 14.40e sul link https://www.youtube.com/watch?v=H9ovF4cLPeY&t=27s

“Promuovere una rassegna sulla violenza di genere è stata una bella sfida- spiega l’assessore - non solo perché era importante porre attenzione su un problema di grande attualità, ma dal punto di vista artistico, volevo creare un format innovativo, riuscire a collegare ben cinque spettacoli, diversi tra loro, facendo in modo che fossero attraversati da un fil rouge che li legasse, come fossero cinque atti di un’opera unica non era semplice. Obiettivo raggiunto, quindi, coniugando emozioni ed arte”.

Lo spettacolo in programma “Ti presento Carmen”, la storia, con voce recitante ed OttoClarinet Ensemble, che chiude questa rassegna iniziata a gennaio, ci racconterà il personaggio di Carmen tratto dal romanzo di Prosper Mérimée, che narra le vicende tumultuose di una zingara e dell’amore dannato con il giovane brigadiere Don José. Carmen, commissionata dal Teatro dell’Opera di Parigi e composta da Georges Bizet andò in scena nel 1875. Fu un fiasco, in quanto il pubblico e la critica benpensanti considerarono il soggetto troppo licenzioso. Bizet morì subito dopo la rappresentazione, all’età di 37 anni, duramente provato dall’insuccesso. Oggi la Carmen è la seconda opera più rappresentata al mondo.

Nel nostro caso viene proposta in versione da camera, in una originalissima trascrizione per ensemble di otto clarinetti e diretta dal maestro Michele Consueto, cui si aggiunge la voce recitante dell’attrice Celeste Gugliandolo e del mezzosoprano Maria Candirri, che eseguirà le arie più celebri dell’opera.

Il progetto, che ha già riscosso un grandissimo successo a Torino e che si avvale di professionisti del Teatro Regio di Torino, nasce dal progetto musicale e dall’elaborazione dei testi di Lucia Margherita Marino, con la collaborazione dell’OttoClarinet Ensemble formato dai professori d’orchestra: Luciano Meola – clarinetto piccolo, Alessandro Dorella, Lucia Margherita Marino, Lidia Valerio, Sara Picuno, Giuseppe De Lucia – clarinetti soprani, Edmondo Tedesco, Rocco Abbrescia – clarinetti bassi. Un ensemble che vede musicisti molfettesi a fianco di artisti del teatro torinese, uniti in quel bellissimo linguaggio comune di cui solo la musica è capace.

Due gli spettacoli in programma sabato 2 giugno al Museo Diocesano, Molfetta, alle ore 19 e alle ore 21.

L'ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria ai seguenti numeri: 331.9995312, 348.4113699.

Lascia il tuo commento
commenti