Tifosi fedelissimi

Molfettesi al Bernabeu: Real Madrid-Napoli a due passi dal campo

Simone De Fazio e Nicola Panunzio condividono le emozioni di un match speciale. La sconfitta? "Ci rifaremo al San Paolo"

Calcio
Molfetta giovedì 16 febbraio 2017
di La Redazione
Simone De Fazio e Nicola Panunzio al Santiago Bernabeu © n.c.

La musichetta della Champions arriva dritto al cuore dei tifosi. Di tutti i tifosi. Figurarsi se la senti da vicino, a due passi dal campo. Intendiamoci, non da un campo qualunque. Ma “dal” campo.

Santiago Bernabeu, Madrid. Ottavi di Champions League. L’Italia che si ferma davanti al televisore, confidando (o gufando, il calcio è anche questo) nell’impresa del Napoli contro il Real di Zidane.

Molfetta c’è. A rappresentarla, tra gli altri, due pazzi scatenati. Simone De Fazio e Nicola Panunzio sono due tifosi sfegatati del Napoli. Ne hanno viste di partite, ne hanno fatte di trasferte. Sono stati a Lisbona, Oporto, Kiev, Copenaghen, Dotmund, Valencia. Come avrebbero potuto perdersi il Bernabeu?

“Saremo sempre e comunque presenti per vedere il Napoli in tutta Europa – affermano – Lo faremo anche l’anno prossimo, sempre che non riusciamo a fare la remuntada. Ci crediamo, noi di certo siamo già al San Paolo, con i nostri biglietti, a tifare Napoli”.

La giornata è stata lunga e intensa per Simone e Nicola, che sono stati in giro per Madrid, nella Plaza del Sol e nella Plaza de Santa Ana. Hanno incrociato migliaia di napoletani. “Almeno 5mila – proseguono – Sembrava un’invasione. Noi come abbiamo fatto? Grazie al nostro amico Antonio Vieni, che vive a Madrid”.

Antonio è tifoso dell’Atletico, l’altra metà del tifo della capitale spagnola. Si è prodigato per regalare a Simone e Nicola un’emozione unica. “Antonio è una sicurezza –dicono ancora – ci ha trovato i biglietti per venire qui in quarta fila, a dieci metri dal campo. Si sentiva l’odore dell’erba. Ci teniamo a ringraziarlo. Di cuore”.

Certo, la partita non è andata benissimo. Il gol di Insigne aveva regalato gioia ma pure illusioni. Invece Benzema, Kroos e Casemiro hanno capovolto l’esito del match. Peccato.

Non si può dire che per loro non sarebbe cambiato nulla. Ma di certo è possibile affermare che la bellezza dell’esserci stati, quella sì, resta dentro a prescindere da ogni risultato possibile. “Il Real è fortissimo – concludono – e il Napoli ha giocato benino ma poteva giocare meglio. Di certo venire al Berbabeu è stata un’emozione unica. Vederci giocare il Napoli è stato fantastico”.

Non erano gli unici molfettesi, a dire il vero, a tifare partenopeo. A sperare e a sognare ci sono stati anche altri concittadini. I nostri "eroi" ci parlano di Felice Petruzzella e Maurizio Mangiarano, per esempio, così come di Bruno Siciliano.

Tutti molfettesi. Cuori azzurri che battono per il Napoli. Tifosi speciali che si fanno in quattro per assaporare la gioia di un’impresa. Lo sport è anche questo. Soprattutto questo.

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette