La storia

Ragno, il San Nicola del nostro calcio

L'allenatore molfettese tenta l'ennesimo exploit della sua carriera. Stavolta alla guida del Potenza

Calcio
Molfetta mercoledì 06 dicembre 2017
di Angelo Ciocia
Nicola Ragno
Nicola Ragno © n.c.

Cinquanta anni e la voglia di vincere di un ragazzino. Chissà cosa avrà chiesto quest’oggi Nicola Ragno a San Nicola. In comune, però, entrambi portano gioie e soddisfazioni.

E allora sotto con un’ altra sfida. Potenza ha ambizione, Nicola Ragno cercherà di esaudirle. Come San Nicola. “Proprio a San Nicola chiedo il dono più importante, la salute. Se invece dovessi parlare dal punto di vista professionistico, sogno sempre l’esperienza di allenare nei professionisti. Ma ora testa a Potenza, a questo campionato con la società, poi chissà se riuscissi a vincere anche quest’anno, mi farebbe piacere rimanere a Potenza, in Lega Pro”, le parole dello Special One molfettese Nicola Ragno.

Nicola Ragno non ha un sacco, non porta doni e non viene dal mare, ma viene dall’erbetta dei campi da calcio e porta vittorie. Sinonimi di promozioni sul campo. Ben nove in carriere, di cui una in promozione, sette in Eccellenza tra cui lo storico record dei 102 punti a Noicattaro, e il capolavoro Bisceglie in Serie D la passata stagione, con i nerazzurri biscegliesi che però non lo hanno confermato in Lega Pro.

“Ogni estate non sento la pressione di dover vincere ad ogni costo. Sono e rimango sempre umile e quando le squadre mi chiamano, non lo nascondo, sono sempre felice – sono le parole di Nicola Ragno – Non penso mai al passato, ma guardo sempre al futuro; ogni anno punto a confermarmi e spero sempre di raggiungere gli obiettivi che le squadre si prefissano”.

Nove campionati vinti, ma non solo. Nel ricco palmares di Nicola Ragno figurano tre coppe consecutive, di cui due Coppa Puglia di Eccellenza e la Coppa Nazionale di Serie D, ottenuta lo scorso anno con il Bisceglie. Scegliere la vittoria più bella è come dire alla mamma se preferisce il primogenito o il secondo figlio. “Ho avuto la fortuna di vincere tanto. Ogni campionato vinto è una storia a se ed è questo il bello. Ricordo con piacere il primo campionato di promozione vinto a Ruvo e il primo di Eccellenza con l’Ostuni. Ho avuto la fortuna di vincere in piazze blasonate come Bitonto, Andria, Nardò e Noicattaro ottenendo il record mondiale di punti. Tutti successi che si sommano alla prima vittoria del campionato di Serie D lo scorso anno con il Bisceglie”, è il pensiero di Nicola Ragno.

Chissà se San Nicola che viene dal mare abbia ascoltato il desiderio dell’allenatore molfettese più vincente. Intanto San Nicola Ragno, bancario di giorno e allenatore di sera, mette nel mirino la decima promozione. E il salto di categoria.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette