Dominio svevo

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

La città
a cura di Mariella Nanna
Alla dinastia normanna subentrò nel dominio del Regno di Napoli la dinastia sveva, in quanto Enrico VI, figlio di Federico I Barbarossa, sposò Costanza, figlia di Guglielmo II il Buono. Verso il 1198 Molfetta per volontà dell'imperatrice Costanza diventò Città Regia , cioè demaniale. Con Federico II, figlio di Costanza e di Enrico VI, l'Italia Meridionale divenne un attivo centro di cultura, arte e scienza, cui lo stesso re diede notevole impulso. Con la sua morte, avvenuta nel 1250, cominciò un lungo periodo di decadenza.

A Federico II successe il figlio Corrado IV, che morì lasciando erede il figlio Corradino. Ma il figlio illegittimo di Federico II, Manfredi, facendo credere che Corradino fosse morto, nel 1258 si fece incoronare a Palermo Re delle due Sicilie. Scoperto l'inganno, il papa Urbano IV chiamò in Italia Carlo d'Angiò, fratello del re di Francia Luigi IX, che nel 1266 sconfisse ed uccise Manfredi a Benevento. Corradino, tornato dalla Germania in Italia, fu accolto con favore, ma anch'egli fu sconfitto da Carlo d'Angiò a Tagliacozzo nel 1268.

Con la morte di Corradino tramonta la dinastia sveva e ha inizio il dominio angioino in Italia.

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Molfetta

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno