- Il tocco e la passatella

Poesie, racconti, canzoni popolari, filastrocche, motti, soprannomi.

a cura di Sergio Azzollini

Eran ritrovi pure le cantine
Pel popolino più modesto e basso
Che in esse in tutte l'ore vespertine,
O dopo il desinare poco grasso,
menando il tocco, sopra nocelline
Lupini e fave dure come sasso,
Beveva vino in modo deleterio,
più per puntiglio che per desiderio.

Era diffuso un giuoco traditore
Detto Garrabba, ben codificato,
Irto d'inganni e pieno di rancore,
Con dei gerarchi come in uno stato.
V'era un padrone, un sotto e un superiore
Chiamato leva e dà, che insuperato
Beveva e disponeva a suo talento
Il vino, che era gioia o pur tormento.

Gioia, per chi beveva a pieni sorsi
Il bacchico licor della partita;
Tormento, per color che i duri morsi
Sentivano di stizza indefinita.
Scherzavano i padron senza rimorsi
Sugli ulmi, con malizia ben scaltrìta,
Siccome il gatto fa col piccol topo
Che pria lo lascia e poi l'agguanta dopo.

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Molfetta

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno