"Piazza pulita bis", i Carabinieri smantellano gli ambulanti. 14 chioschi sequestrati, tre arresti

Tredici negozianti di frutta e verdura - di cui 4 ambulanti, 8 in sede fissa, ed uno titolare di entrambi i tipi di esercizio - sono ritenuti responsabili dei reati di "invasione di terreni o edifici"

Cronaca
Molfetta martedì 21 settembre 2010
di La Redazione
© MolfettaLive.it

A distanza di poco più di tre mesi, il commercio ambulante finisce nuovamente nel mirino della magistratura.

Questa mattina dalle ore 9.00 a Molfetta, 80 militari della locale Compagnia Carabinieri e dell’ 11° Battaglione Carabinieri “Puglia”, stanno eseguendo 14 ordinanze di sequestro preventivo di beni emesse in data 17 settembre 2010 dal Gip del Tribunale di Trani dott. Roberto Oliveri del Castillo.

Dopo le indagini dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Molfetta e dalla Polizia Municipale di Molfetta, coordinate dal Sost. Proc. dott. Giuseppe Maralfa, ha ritenuto tredici negozianti di frutta e verdura, tutti molfettesi - di cui 4 ambulanti, 8 in sede fissa, ed uno titolare di entrambi i tipi di esercizio - responsabili, a vario titolo, dei reati di “invasione di terreni o edifici” (art. 633 c.p.), comportamento reiterato rispetto alla operazione precedente dell’8 giugno e violazione dei sigilli, per aver, da giugno 2010 ad oggi, violato i sigilli apposti dai Carabinieri sulle aree sequestrate attraverso l’esposizione sulle stesse aree oggetto del sequestro ed affidate in custodia ai negozianti stessi.

L’elemento di novità rispetto alla precedente operazione è che stavolta sono stati perseguiti con maggiore rigore tre commercianti che - citando testualmente l’ordinanza di custodia cautelare - hanno «posto in essere con protervia e spregiudicatezza condotte illecite come se non fosse accaduto nulla, come se si trovassero nella piena legalità di un diritto ormai acquisito, e pure nella qualità di custodi si sono riappropriati di luoghi pubblici e installazioni in sequestro».
Nei confronti dei tre (tra cui una donna), sono state eseguite altrettante ordinanze di custodia cautelare in regime di arresti domiciliari.

In particolare, gli appostamenti e le riprese video-fotografiche realizzate dai Carabinieri della Compagnia di Molfetta hanno dimostrato che in un caso, il fruttivendolo, con assoluta noncuranza dei provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria, aveva occupato con continuità la sua “vecchia” postazione, nonostante fosse stata sequestrata, sia prima di divenirne il custode, sia dopo che la stessa area gli era stata affidata dal giudice.

Negli altri due casi, invece, esattamente come avveniva prima dell’operazione “Piazza Pulita” dell’8 giugno, i due commercianti continuavano ad occupavano stabilmente, senza alcuna autorizzazione (nemmeno al commercio ambulante), le aree poste sotto sequestro, tutti i giorni, 24 ore su 24.

L’indagine, già avviata nello scorso mese di dicembre, è stata svolta dai Carabinieri del Nor di Molfetta in concorso con la Polizia Municipale di Molfetta, attraverso l’osservazione e la ripresa video-fotografica degli obiettivi, in più occasioni, da gennaio a settembre, allo scopo di attestare senza ombra di dubbio che l’occupazione abusiva del suolo pubblico fosse compiuta continuativamente, anche in orario notturno, sia dai commercianti in sede fissa (titolari quindi di un negozio), sia dai commercianti ambulanti.

Da giugno ad oggi, è stato accertato che i fruttivendoli che hanno continuato ad agire in disprezzo dei provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria sono stati 13, meno della metà dei 29 destinatari dei provvedimenti di sequestro eseguiti l’8 giugno.

Secondo le forze dell'ordine, si tratta sicuramente di un successo nel ripristino della legalità, in un settore delicato quale la regolamentazione dei “servizi di prossimità” indispensabili per la cittadinanza: non un contrasto all’esercizio del commercio, ma un invito a rispettare ed a far rispettare le regole che la società stessa si impone, nell’interesse di tutti i suoi membri.

Nel corso dell’operazione, anche stavolta come a giugno sono stati rimossi e sequestrati tutti i beni materiali per l’esposizione delle merci (gazebo, bancarelle, cassette,etc., tutti affidati in custodia giudiziale in attesa dell’eventuale provvedimento di confisca), mentre i prodotti ortofrutticoli sono stati resi agli operatori commerciali dopo essere stati tolti dalle aree ad essi interdette.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • csmr ha scritto il 22 settembre 2010 alle 20:24 :

    Io propongo di espellere dall'Italia chi non sà scrivere in italiano. Però molti molti commentatori/"giustizieri fai da te", dovrebbero preparare le valigie. Rispondi a csmr

  • mettfunn ha scritto il 21 settembre 2010 alle 18:28 :

    libertà per le piazze. più frutta per tutti Rispondi a mettfunn

  • Saddam_Ussein ha scritto il 21 settembre 2010 alle 18:25 :

    Bravissimi i Carabinieri. W l' ARMA. E w anche Sarkozì; che se ne vadano nei loro paesi perchè qui non producono nulla, anzi danneggiano. Rispondi a Saddam_Ussein

  • doppiachance ha scritto il 21 settembre 2010 alle 16:40 :

    sono d'accordo, via i rom dall'italia e gli extracomunitari scontino la pena nelle loro nazioni, così liberiamo anche le carceri per i ns ladri, che poverini, non sanno dove andare!!! Rispondi a doppiachance

  • tiupin ha scritto il 21 settembre 2010 alle 16:35 :

    Mettere pulizia a Molfetta è bello ww ai CC perooo?? anche ai rom dovete fare la stessa cosa,sopprattutto per quei bambini che portano in braccio a me fanno venire di più il disdegno.Io sono con la Francia. Rispondi a tiupin

  • 0___0 ha scritto il 21 settembre 2010 alle 15:55 :

    Concordo con GIOVIMONAMOUR, un plauso all'Arma dei Carabinieri di Molfetta! SIETE TUTTI NOI Rispondi a 0___0

  • steed ha scritto il 21 settembre 2010 alle 15:08 :

    certo che a molfetta...sono bravi a fare i film...con carabinieri cercate di pulirla anche dai rom..che siamo pieni è rubano tutto vergognati....sindaco...si dimetta che è meglio..... Rispondi a steed

  • desaparesidos ha scritto il 21 settembre 2010 alle 14:46 :

    Altro tempo perso. Da domani, i soliti hanno gia rimosso i sigilli e sono in piena attività. Rispondi a desaparesidos

  • HooligansMolfetta ha scritto il 21 settembre 2010 alle 13:33 :

    concordo con effegei!! nn se ne puo piu, nel coparto 15 rione "mons bello" a cvausa della loro "residenza" nello stadio mai finito su via ruvo. prendono acqua e corrente illegalmente scorazzando con motori privi di qualsiasi documento E' UNA VERGOGNA!! Rispondi a HooligansMolfetta

  • amatogiampaolo ha scritto il 21 settembre 2010 alle 13:33 :

    DIAMO IN TESTA SOLO A CHI LAVORA PUR TROPPO VA IN CARCERE SEMPRE IL LADRO DI GALLINE............... NON HO PAROLE Rispondi a amatogiampaolo

  • millano1v ha scritto il 21 settembre 2010 alle 13:00 :

    non è meglio pulire, è sopratutto punire i titolari di cani per il del vedere che ci lasciano sui marciapiedi è nei parchi se li vogliamo chiamare cosi dove dovrebbero giocano i bambini Rispondi a millano1v

  • ladyoscar90 ha scritto il 21 settembre 2010 alle 12:38 :

    speriamo che la cucagna finisca...quanto successo dopo il primo sequestro in virtù di una istanza del Sindaco, Senatore della Repubblica e Avvocato, è un qualcosa di ingiustificabile, una presa in giro della legge e una mancanza di rispetto nei confronti delle forze dell'ordine che, svolgono il loro lavoro e poi sono sviliti da quanto succede soprattutto quando poi sti ambulanti ridono loro in faccia... Rispondi a ladyoscar90

  • amwauto ha scritto il 21 settembre 2010 alle 12:02 :

    Speriamo che abbiano sanzionato anche i fruttivendoli che occupano metri e metri di marciapiede antistante il proprio negozio... costringendo addirittura le persone a dover camminare sull'altro lato della strada Rispondi a amwauto

  • effegei ha scritto il 21 settembre 2010 alle 09:53 :

    Mandate via i rom,che sono la ver piaga di Molfetta. Il presidente della Francia insegna Rispondi a effegei

  • GIOVIMONAMOUR ha scritto il 21 settembre 2010 alle 09:36 :

    UN PLAUSO ALL'ARMA DEI CARABINIERI PER L'OTTIMO LAVORO SVOLTO E SPERIAMO CHE QUESTA CUCCAGNA FINISCA... Rispondi a GIOVIMONAMOUR