"By pass", sfilano i testimoni

Il processo per voto di scambio, estorsione, ricettazione e furto è stato aggiornato al 30 novembre

Cronaca
Molfetta sabato 15 ottobre 2011
di La Redazione
© Manuela Rana
Sfilano i testimoni nel cosiddetto processo "By pass", dal nome dell’operazione dei Carabinieri del 6 ottobre del 2005.

Dodici gli imputati, accusati a vario titolo di voto di scambio, estorsione, ricettazione e furto. Tra questi, Michele Laforgia, Saverio Piccininni, Giuseppe Cuocci e l’assessore alle Attività Produttive Michele Palmiotti, all’epoca dei fatti presidente della Multiservizi.

Nell’udienza di giovedì hanno trovato spazio due dei fatti contestati dal pubblico ministero Giuseppe Maralfa. Il primo riguarda il furto di automezzo della Multiservizi. Secondo l’accusa, Palmiotti avrebbe contattato Piccininni, detto “Settpont”, per far luce sul fatto.

In aula si è anche discusso sulle modalità del servizio di guardiania dei cantieri edili gestito – come accertarono le indagini - da alcuni degli imputati.

L’udienza è stata rinviata al 30 novembre.
Lascia il tuo commento
commenti