Marijuana, due arresti

Le manette dei carabinieri sono scattate ai polsi del 51enne Luigi Bisceglia e il 23enne Michelangelo De Bari, entrambi molfettesi. Sequestrati circa 2 chili di erba

Cronaca
Molfetta domenica 16 ottobre 2011
di La Redazione
© Carabinieri

Ieri mattina, i Carabinieri dell’aliquota operativa della compagnia di Molfetta hanno tratto in arresto il 51enne Luigi Bisceglia e il 23enne Michelangelo De Bari, entrambi molfettesi.

Nel corso di un servizio perlustrativo con un’auto civetta, finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti, i militari hanno notato, in una strada del centro cittadino, il Bisceglia “armeggiare” nel bagagliaio della sua auto.

Insospettitisi, si sono soffermati ad osservare i suoi movimenti. Dopo alcuni istanti è sopraggiunta un’auto con a bordo due persone, il conducente Michelangelo De Bari e una donna seduta sul lato passeggero. 

Il ragazzo ha parcheggiato l’auto e ha raggiunto a piedi e da solo Bisceglia che, dopo una breve conversazione, ha consegnato nelle mani del suo interlocutore una busta in cellophane di colore bianco. A quel punto i militari hanno seguito l’auto del 23enne e, senza perderla mai di vista, l’hanno fermata.

All’interno dell’auto i militari hanno recuperato l’involucro in cellophane e, al suo interno hanno rinvenuto 1 chilo di marijuana, suddivisa in tre confezioni. Subito dopo i militari hanno fermato anche Bisceglia e hanno perquisito la sua macchina.

Nel vano bagagliaio, occultati tra alcuni attrezzi agricoli, i carabinieri hanno recuperato un nastro da imballaggio e varie buste in cellophane. Successivamente, in compagnia dell’interessato, hanno perquisito un piccolo sottano, in uso esclusivo allo stesso De Bari.

Qui sono stati trovati ulteriori 700 grammi di marijuana, due bilancini di precisione, rotoli di nastro isolante, forbici, intere confezioni di sacchetti per alimenti e buste in cellophane intrise di “sostanza” .

Il materiale è stato sottoposto a sequestro penale, mentre i due sono stati arrestati su disposizione della Procura della Repubblica di Trani e attualmente si trovano in carcere. La donna che accompagnava De Bari è stata denunciata a piede libero.

Lascia il tuo commento
commenti