Via Paniscotti, 400 firme per la riapertura del passaggio pedonale

Consegnata dal Liberatorio politico una petizione al sindaco e al presidente del Consiglio comunale

Politica
Molfetta martedì 09 agosto 2011
di La Redazione
© n.c.

Sono circa 400 i molfettesi che tornano a chiedere l'apertura del passaggio pedonale che congiunge via Paniscotti e corso Margherita di Savoia.

Lo rende noto il Liberatorio politico, che lo scorso venerdì ha consegnato al sindaco, Antonio Azzollini e al presidente del Consiglio comunale, Nicola Camporeale, una petizione che riprende gli articoli 61 e 62 dello Statuto Comunale.

Il passaggio pedonale, scrivono i 396 firmatari, «facilita l’attraversamento da via Margherita di Savoia e via Paniscotti perché proprio questa arteria si restringe in maniera pericolosa e non essendoci un adeguato marciapiede nell’imbocco con via Margherita di Savoia rappresenta l’unica possibilità sicura per la viabilità pedonale. Tale passaggio, da molto tempo chiuso alla viabilità pedonale pubblica, crea disagi e pericoli per l’attraversamento pedonale di via Paniscotti per i diversamente abili e cittadini in difficoltà».

La vicenda era tornata alla ribalta il dicembre del 2010 con un'interrogazione dello stesso Liberatorio indirizzata a sindaco e Polizia municipale, seguita nel gennaio di quest'anno da un'ulteriore richiesta di spiegazioni che ne ripercorreva tutte le tappe.

«Oggi - riporta una nota del Liberatorio - quel passaggio è ancora chiuso e dopo aver fatto una semplice istanza-interrogazione il 17 dicembre 2010 ai sensi dell'articolo 62 dello Statuto Comunale per chiederne il perchè, il 25 marzo 2011 abbiamo diffidato il Sindaco perchè omissivo e non rispettoso dello Statuto Comunale».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • bruto ha scritto il 09 agosto 2011 alle 06:50 :

    chi abita su quel palazzo? Rispondi a bruto