La polemica coinvolge il Senatore Antonio Azzollini

Legge di stabilità: ecco le spese sotto accusa. Nel mirino anche il Porto di Molfetta

Ad alzare il polverone è stato il deputato campano del Pd, Dario Nardella, braccio destro del neo segretario Matteo Renzi

Politica
Molfetta lunedì 06 gennaio 2014
di La Redazione
Antonio Azzollini
Antonio Azzollini © n.c.

"E' la prima volta nella storia repubblicana che la legge di bilancio dello Stato eroga un finanziamento da 10 milioni a un cantiere sequestrato dalla magistratura, in una indagine in cui è coinvolto anche il relatore della legge" - questo è stato uno dei commenti alla notizia del contributo previsto dalla Legge di Stabilità nell’anno 2014 per il «completamento della diga foranea di Molfetta».

Ad alzare il polverone è stato il deputato campano del Pd, Dario Nardella, braccio destro del neo segretario Matteo Renzi, che ha pubblicato sul suo sito le tabelle con l’elenco dei contributi parlando senza mezzi termini di «prebende date senza logica a tizio e caio». E lì dentro ci sono, appunto, i 10 milioni per Molfetta per il completamento del nuovo Porto Commerciale di Molfetta, città per anni amministrata proprio dal presidente della Commissione bilancio del Senato, Antonio Azzolini.

Ad appesantire la notizia, l’indagine della magistratura, perché a fronte di un costo di 72 milioni, l'opera ha già ottenuto finanziamenti per oltre 140 milioni.

E c’è da dire che il documento postato da Nardella (undici pagine in cui tutte le spese approvate con la legge di stabilità) contiene tantissime segnalazioni. Dentro c’è di tutto. Si spende anche per tagliare altre spese. Come nel caso dei 200 mila euro per le «attività di monitoraggio e di analisi della spesa in materia di attuazione delle opere pubbliche», oppure i quattro milioni di euro finanziati per il «monitoraggio dei costi standard». O ancora i 500 mila euro per l’istituto Latino-Americano, i 200 mila euro per uno studio di fattibilità sui trasporti nello Stretto di Messina, i 300 mila euro alla scuola cani di Campagnano, i 4,5 milioni per il recupero di lettere, materiali, documenti storici della prima guerra mondiale, i 300 mila assegnati all’orchestra «i Virtuosi italiani» di Verona, i 25 milioni di euro per il lavoratori socialmente utili della Calabria.

A balzare agli occhi è anche qualche auto-finanziamento. Fanno sorridere i due milioni di euro che Palazzo Chigi si è riservato per le «attività di comunicazione» legate al semestre europeo, per il quale Enrico Letta ha stanziato già 64 milioni di euro.

Questa è l'Italia.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Vito Vito ha scritto il 07 gennaio 2014 alle 18:48 :

    Mi ritengo una persona di destra ma ho votato per Paola perché ho preferito una compagine poco competente ma con buona volontà e amore per la città a una evidentemente pericolosa per il rispetto di ordine e legalità . Non penso il porto serva alla città ma ormai è lì a oscurare lo splendido tramonto che si vedeva dalla Madonna dei Martiri. Ormai tanti soldi sono stati spesi,se dovesse mancare poco alla conclusione,spero che si completi l’opera e la si renda produttiva per la città e la regione. Rispondi a Vito Vito

  • cittadinp divertito ha scritto il 07 gennaio 2014 alle 13:52 :

    Un applauso ai cittadini molfettesi molto "onesti" che hanno inneggiato e votato per i "soldi di Roma". Molfetta li ringrazia. Rispondi a cittadinp divertito

  • mao tze tung ha scritto il 07 gennaio 2014 alle 09:57 :

    Avvistate sabato troupe della RAI con giornalisti che riprendevano il Porto. Dopo domande varie appurato che stasera su BALLARO’ grande altro sputtanamento della Città di Molfetta selle Reti Nazionali per la questione 10.000.000 € e Nuovo Porto di Molfetta. Che vergogna!!! Rispondi a mao tze tung

  • Ernesto Guevara ha scritto il 06 gennaio 2014 alle 13:33 :

    Ma questi personaggi Quando si fanno le finanziarie per salvara il MPS oppure le IPERCOOP ecc.., non si preoccupano per niente il problema nasce dal fatto che siete e restere paesani di serie O al servizio della SX e di BARI che ciuccia tutto quello che puo. Non dimenticate che Molfetta come le citta Napoletane deve essere considerata una citta dei FUOCHI dal 1945 ad oggi i nostri fondali nascondo DIO solo sa che cosa ora qualche politico onesto "si fa per dire", blocca la costruzione del PORTO evidanto cosi di portare a galla materiale VELENOSO. Stiamo sprecando una grande occasione bloccando la costruzione del PORTO massa di BABBEI Rispondi a Ernesto Guevara

  • pingo pallino ha scritto il 06 gennaio 2014 alle 11:03 :

    Prima di scrivere la notizia, invito sia quelli di molfettalive, ed eventuali commentatori di leggere esattamente le carte, e vi accorgerete che queste sono soldi gia’ stanziati, 5 milioni nel 2012 e 5 milioni nel 2013 precedentemente, da qui i 10 milioni. Non copiate le notizie senza verificarle. MAI, quindi non ci azzecca nulla cio’ che e’ stato scritto. VERIFICARE LE FONTI E LEGGERLE PRIMA DI SCRIVERE QUALUNQUE COSA. SEMPRE. I 10 milioni sono 5+5 gia’ stanziati e previsti. Non nuovi 10 milioni. LEGGERE LE CARTE PLEASE. ps io sono una elettrice di Paola, ma non per questo bisogna scrivere menzogne e dare addosso al Senatore in modo gratuito. Rispondi a pingo pallino

  • salvatore azzollini ha scritto il 06 gennaio 2014 alle 10:35 :

    incuranti della situazione e dei scandali, continuiamo a rubare alla faccia degli onesti, ma qualcuno che è andato li per stroncare questi scandali, che si diano da fare Rispondi a salvatore azzollini