Festeggiamenti in tono minore, colpa del Covid, nonna Maria ha aperto le porte della sua abitazione al primo cittadino, Tommaso Minervini, e al vice presidente del Consiglio comunale, avvocato Sergio De Candia

Buon compleanno nonna Maria. Cento anni e non sentirli

Un simpatico aneddoto: la signora Maria fu colpita dal tappo di uno spumante mentre Tommaso Minervini celebrava un'altra centenaria

Attualità
Molfetta venerdì 26 febbraio 2021
di La Redazione
Buon compleanno nonna Maria. Cento anni e non sentirli
Buon compleanno nonna Maria. Cento anni e non sentirli © n.c.

E’ stato un giorno speciale per la signora Maria Visaggio, classe 1921, che, oggi, 26 febbraio 2021, ha spento la sua centesima candelina. Festeggiamenti in tono minore, colpa del Covid, nonna Maria ha aperto le porte della sua abitazione al primo cittadino, Tommaso Minervini, e al vice presidente del Consiglio comunale, avvocato Sergio De Candia.

«Gli anziani – ha commentato il Sindaco Minervini - sono la radice di ciò che noi siamo oggi, sono le nostre origini,  la nostra storia, persone uniche, insostituibili. E’ ciò che ancora ci unisce con il nostro passato. Sono la memoria che ci permette di conoscere ed apprezzare il nostro presente. Custodi di saggezza. Ed è con grande gioia che, insieme con l’avvocato Sergio de Candia, vice presidente del Consiglio comunale, ho voluto consegnare alla signora Maria Visaggio, per i suoi cento anni, una targa ricordo. Proprio lei, che anni addietro, quando ho avuto l’onore di essere Sindaco di Molfetta per la prima volta, era stata colpita dal tappo dello spumante che avevamo stappato per festeggiare un’altra centenaria. Ebbene quell’episodio sembrò essere foriero di un traguardo analogo anche per la signora Maria. E così è stato. Buon compleanno».

«E’ doveroso da parte della nostra comunità – ha aggiunto il vice presidente del Consiglio comunale, avvocato De Candia - celebrare questa concittadina, prezioso patrimonio di tradizioni, di valori culturali e civili che rappresentano per tutti i giovani e per tutti noi un modello da seguire».

Lascia il tuo commento
commenti