Lo sfogo di un lettore

"Bisogna essere veggenti per prenotare un vaccino per over80 a Molfetta o dintorni"

"Una voce registrata ci dice che avremo il vaccino domiciliare a data da destinarsi. Scegliamo di far vaccinare in un hub mia nonna, ma il centro più vicino è Putignano. E' mai possibile ciò?"

Attualità
Molfetta giovedì 25 marzo 2021
di La Redazione
Covid - Centro vaccini ASL Bari in Fiera del Levante
Covid - Centro vaccini ASL Bari in Fiera del Levante © n.c

Mentre in Puglia, così come nel resto dell'Italia, prosegue la campagna vaccinale, arrivano i primi mugugni: è possibile che un over80 non riesce ancora ad avere la data del vaccino domiciliare? Se la famiglia si prende la responsabilità di far uscire l'anziano da casa, è possibile che, ad oggi, l'unico hub attivo è Putignano? Sono questi gli amari quesiti che si pone un lettore che segnala quanto vissuto in prima persona, nel giorno in cui Michele Emiliano "apre" l'hub vaccinale presso la Fiera del Levante.

"Bisogna essere una veggente per prenotare una vaccinazione per una persona di 89 anni in un hub vaccinale dell'ASL Bari in un raggio di chilometri accettabile da Molfetta", inizio così l'amaro sfogo del lettore che racconta i fatti avvenuti nella giornata di ieri.

L'amore di nipoti premurosi che vogliono far vaccinare la nonna 89enne, si scontra contro la lenta burocrazia.

"In data 12 febbraio riusciamo finalmente a prenotare tramite il servizio di prenotazione in farmacia la vaccinazione domiciliare, fissata per l’11 marzo, ma a inizio marzo veniamo contattati da un call-center che, con una voce registrata, ci informava che l'appuntamento fissato era stato rimandato a data da destinarsi e che, qualora fossimo ancora interessarti alla vaccinazione, avremmo dovuto digitare sulla tastiera un numero che ci avrebbe inserito in un elenco che sarebbe stato ricontattato, sempre a data da destinarsi", racconta.

Da quel giorno si attende che il telefono squilli. E che quella data da destinarsi si tramuti in appuntamento. "Vedendo lo stallo, confrontandoci con la famiglia abbiamo deciso di tentare la strada della prenotazione in un hub vaccinale prendendoci la responsabilità di farla uscire di casa - continua il racconto - Ho personalmente chiamato il numero verde dell’Asl Bari per chiedere se fosse possibile prenotare in un centro vaccinale e mi è stato risposto che l'unico centro per cui è possibile prenotare è quello di Putignano, per gli altri non c’erano date disponibili e non si sapeva se e quando ne sarebbero state indicate altre".

Poi la nota social di Emiliano riaccende la speranza nei nipoti e nella famiglia intera. "Dopo il post pubblicato dal presidente di regione circa l’attivazione del'hub vaccinale della Fiera del Levante, nel quale si somministravano anche vaccini per gli over80, ho subito richiamato il numero verde dell’Asl Bari per chiedere la prenotazione presso quel centro - racconta il lettore - Mi è stato detto che non è possibile prenotare perché le vaccinazioni effettuate nella giornata di oggi sono frutto delle prenotazioni fatte nella giornata di ieri (il 22 marzo, ndr) dalle persone che hanno avuto la fortuna di chiamare tra le 12,00 e le 13,00. Erano state messe a disposizione solo 300-400 dosi del vaccino Pfizer che sono state prenotate in quell'ora. Ho anche chiesto se ci fosse una data per la riapertura delle agende di prenotazione per i centri vaccinali di Bari, Molfetta o anche Corato, Ruvo, ma mi è stato detto che ad ora non ci sono date. L’unico centro per il quale è possibile prenotare è quello di Putignano. È tutta una questione di fortuna, provare sempre a chiamare ed essere fortunati a trovare un posto libero?"

 

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 25 marzo 2021 alle 17:14 :

    Questi sono i fatti, che stridono con gli annunci quotidiani e roboanti di Lopalco su Hub e vaccini (che non riescono a fare arrivare). Rispondi a Franco

  • ciccio la peste ha scritto il 25 marzo 2021 alle 09:32 :

    Questa è l'organizzazione decisa dal nostro presidente Emiliano e dal nostro assessore regionale alla sanità (lo scienziato) LoPalco. Li avete votatì e adesso teneteveli. Rispondi a ciccio la peste

    Ciccio Cappuccio ha scritto il 26 marzo 2021 alle 02:59 :

    Non sono dei geni. Ma l'alternativa che avevamo era un fallimento già certificato dal passato. Rispondi a Ciccio Cappuccio