In trincea contro il covid, la sindaca di origine molfettese è risultata positiva al covid

In trincea contro il covid, si contagia la sindaca-infermiera Irene Bellifemine

La 49enne di origine molfettese aveva fatto già parlare di sè, per il suo altruistico mettersi a disposizione dei suoi concittadini, somministrando personalmente vaccini a domicilio

Attualità
Molfetta lunedì 03 maggio 2021
di La Redazione
Irene Bellifemine, sindaco di Malnate con origini molfettesi
Irene Bellifemine, sindaco di Malnate con origini molfettesi © n.c.

Irene Bellifemmine.
Un nome non nuovo, il suo. Il nome della sindaca infermiera di Malnate, originaria di Molfetta che, poco più di un mese fa, aveva fatto parlare di sè per la bellezza e spontaneità dei suoi gesti di altruismo. Infatti, nel comune che amministra in provincia di Varese, Irene Bellifemmine, oltre a ricoprire il ruolo di prima cittadina, come se non fosse abbastanza, era scesa in campo per fronteggiare personalmente l'emergenza covid.

Aveva affiancato le equipe territoriali nelle somministrazioni delle dosi vaccinali a domicilio per i pazienti più fragili. In trincea da mesi, qualche giorno fa, però, Irene Bellifemmine è risultata positiva al covid.

«Sono in agguato le varianti che hanno colpito anche la mia famiglia. Infatti, prima mio marito e ora io, abbiamo contratto la variante inglese che ci costringe ancora alla quarantena e alle cure domiciliari».
Queste le parole che la sindaca Bellifemmine ha voluto condividere, attraverso un post sui propri canali social, con i propri concittadini, per rendere noto lo spiacevole evento.

Le condizioni non gravi della sindaca di origini nostrane fanno sperare per il meglio. Un "meglio " che la vedrà, forse, vestire ancora il camice da infermiera, sopra gli abiti da sindaca. Ammesso che per Irene Bellifemmine questa differenza conti ancora qualcosa.

Lascia il tuo commento
commenti