La nota del gruppo

Rinascere sul Palazzo della Musica: "Tutto da rifare"

"Si ritorna al punto di partenza, dopo quasi due anni dall’avvio della gara d’appalto"

Attualità
Molfetta lunedì 27 settembre 2021
di La Redazione
Palazzo della musica
Palazzo della musica © n.c.

Riceviamo e pubblichiamo la nota del gruppo "Rinascere" in merito all’affidamento della gestione del Palazzo della Musica.

"Tutto da rifare per l’affidamento della gestione del Palazzo della Musica di Molfetta. Come nel gioco dell’oca si ritorna al punto di partenza, dopo quasi due anni dall’avvio della gara d’appalto. Tutto tempo perso a cincischiare, per una procedura nata male nel 2019, proseguita peggio e conclusa con un colossale fallimento.

Il Comune, infatti, ha pubblicato nei giorni scorsi la determina dirigenziale con la quale, pur prendendo atto di tutte le operazioni di gara, non ha condiviso le conclusioni della Commissione nominata per valutare le tre proposte progettuali presentate, e ha deciso di non aggiudicare la gara al soggetto proponente classificatosi primo nella graduatoria stilata dalla Commissione stessa.

Come noto, “Rinascere” nei mesi scorsi aveva in più circostanze sollevato pubblicamente dubbi e perplessità sull’andamento di questo appalto di servizi, evidenziando come potessero esserci anche profili di incompatibilità tra alcuni componenti della Commissione di Valutazione nominata dal Comune e almeno un soggetto proponente. Dubbi e perplessità che, nonostante fossero stati anche formalizzati da altri partecipanti alla gara, erano stati ignorati dal Comune che aveva deciso di procedere speditamente senza tenerli in alcuna considerazione.

Poi qualcosa è cambiato. Forse le indagini condotte dalla Procura della Repubblica su molti appalti e molte aggiudicazioni (con i conseguenti ben noti arresti) hanno portato il Comune di Molfetta a “più miti consigli” e a procedere con i piedi di piombo, per evitare un ennesimo scandalo? 
Di sicuro, dopo due anni persi senza aver concluso nulla, ora si ricomincia tutto da capo con una nuova gara per la gestione del Palazzo della Musica che, a questo punto, chissà quando aprirà i battenti.

Tutto questo è gravissimo e il Sindaco, innanzitutto, come capo dell’amministrazione, dovrebbe chiedere scusa alla città per quanto sta succedendo. Un contenitore culturale completamente ristrutturato, pronto da anni, che potrebbe rappresentare un fiore all’occhiello per la nostra città, continua a rimanere chiuso per l’incapacità di un’amministrazione che, al di là del fiume di chiacchiere che spreca sulla sua presunta competenza, dimostra ogni giorno di essere del tutto inadeguata a governare una città come Molfetta.

E a pagare le spese di questa inettitudine saranno ancora una volta i cittadini. Per questa amministrazione travolta dagli scandali giudiziari, alle prese con le solite beghe per la spartizione delle poltrone in vista dell’ennesimo rimpasto di Giunta e incapace di governare il territorio, servirebbe un solo gesto di dignità e responsabilità: dimissioni subito."

Lascia il tuo commento
commenti