La magia del 6 dicembre

Il giorno magico è arrivato, è San Nicola per tutti

Non sono i doni a rendere magico questo giorno. Questo giorno è magico, di suo, ad ogni età. Il vero dono, il vero regalo è questo: vivere questo giorno con gli occhi dei bambini. Vale, soprattutto, per i più grandi

Attualità
Molfetta giovedì 06 dicembre 2018
di Angelo Ciocia
Torna la festa di "San Nicola che vien dal mare"
Torna la festa di "San Nicola che vien dal mare" © n.c.

Il giorno magico è arrivato, è San Nicola per tutti.

La notte è appena trascorsa e nelle case molfettesi c'è l'essenza della gioia, della felicità. Dell'estasi.

Gli occhi dei più piccoli sono sgranati. Gli occhi dei più grandi sono entusiasti. I sorrisi si sprecano. I volti sono raggianti.

È San Nicola per nonna Lina che ha ricevuto i doni dai suoi figli. È San Nicola a casa del piccolo Mattia che ha ricevuto i doni che ha scritto con tanto amore all'asilo.

È San Nicola anche per Luca, che di marachelle ne ha fatte. Sì, i carboni ci sono, però il suo giocattolo preferito lo ha ricevuto.

È San Nicola a casa di Laura. Lei, adolescente, non ha chiesto giocattoli, ma un tablet. È un San Nicola tecnologico, ma pur sempre San Nicola è.

È San Nicola a casa di Giorgia, studentessa fuori sede al terzo anno di medicina. Per lei un bel pacco di cioccolate e altri prodotti recapitato dal corriere espresso. È un San Nicola nostalgico, non è a casa, ma si sente a casa.

È San Nicola anche a casa del Piccolo Mohammed. Lui, tunisino, non sa bene chi è San Nicola, ma a scuola ha imparato bene la cultura molfettese. E San Nicola lo ha premiato.

È San Nicola alla casa di riposo per anziani. Forse soli e tristi, gli anziani tutta la notte hanno pensato al piatto di cioccolate che i suoi nipotini trovavano a casa loro. Ma ora casa loro è il centro anziani. E San Nicola sono le loro assistenti che hanno sorpreso la loro tristezza, strappando un meraviglioso sorriso.

È San Nicola a casa dei figli dei marittimi molfettesi. Sara ha ricevuto il regalo che ha chiesto telefonicamente al papà. Pierpaolo ha saputo che il padre sarà da lui a breve e si è "accontentato" di questo.

È San Nicola a casa di Maria. Il suo fidanzatino Gabriele l'ha stupita ancora una volta e sotto l'albero ecco un pacco contenente la sua firma.

È San Nicola a casa di tutti. È San Nicola a Molfetta. La felicità è di casa. Tutto il resto, oggi, conta poco.

Non sono i doni a rendere magico questo giorno. Questo giorno è magico, di suo, ad ogni età. Il vero dono, il vero regalo è questo: vivere questo giorno con gli occhi dei bambini. Vale, soprattutto, per i più grandi.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Roberto dN ha scritto il 06 dicembre 2018 alle 07:12 :

    Mi complimento davvero per lo splendido articolo, capace di descrivere pienamente la bellezza e la profondità di questo giorno per ogni molfettese... mi ha toccato il cuore ed addirittura commosso... l’ho letto in metropolitana andando a lavoro, e mi ha riportato a Molfetta per qualche minuto... buon San Nicola! Un molfettese nostalgico a Milano da ormai 2 anni... Rispondi a Roberto dN