La nota sui social

Ospedale di Molfetta, Emiliano annuncia nuovi investimenti fino a sei milioni

Per il governatore è l'inizio dei buoni risultati del Piano di Riordino

Attualità
Molfetta lunedì 11 febbraio 2019
di La Redazione
Michele Emiliano nell'ospedale di Molfetta prima della conferenza stampa sull'ospedale unico del nord barese
Michele Emiliano nell'ospedale di Molfetta prima della conferenza stampa sull'ospedale unico del nord barese © molfettalive.it

"Tutti coloro che in questi anni hanno temuto che non si avesse fiducia nell'Ospedale di Molfetta, si sono sbagliati e questo non lo stiamo dicendo a parole, ma lo stiamo dimostrando con i fatti. Anzi vi dico anche che investiremo altri 6 milioni di euro su questo ospedale. Certo non basteranno perché per trent'anni è stato dimenticato da tutti e noi in soli tre anni e mezzo abbiamo fatto quello che nei trenta anni precedenti non era avvenuto, ma noi lo abbiamo fatto perché siamo seriamente intenzionati a puntare sulla crescita di questo ospedale."

Così scrive Michele Emiliano in una nota sui propri profili social, annunciando nuovi investimenti per l'ospedale di Molfetta.

"Noi abbiamo ricevuto tre anni e mezzo fa questo ospedale in condizioni pietose e oggi stiamo facendo una piccola ma grande cosa - prosegue la nota - Ristrutturare il reparto di Radiologia Senologica significa poter ridare un presidio permanente ed efficiente sullo screening mammografico a tutte le donne di quest'area.

Molfetta meritava questa fiducia da parte di tutti i pugliesi perché questi sono soldi di tutti i pugliesi che vengono investiti qui, in questa città. Ovviamente la stessa attenzione la mettiamo in tutte le aree della Puglia. Continueremo ad investire su questo ospedale, altri 6 milioni di euro, per ridare un po’ di dignità alla struttura e a tutti coloro che vi lavorano e che ringrazio davvero di cuore perché fanno i salti mortali per dare un servizio efficiente ai cittadini. Stiamo lavorando con grande impegno e con una grande squadra che vorrei davvero ringraziare, dal direttore generale della Asl Bari al sindaco della città, dal personale tutto del presidio ospedaliero ai cittadini che con la loro determinazione e pazienza nell’attendere questo reparto, ci hanno aiutato molto.

Ora abbiamo ricominciato a fare assunzioni grazie al nostro lavoro, intenso e faticoso, per l’attuazione del Piano di riordino. Erano bloccate da vent’anni. Senza questo lavoro, non ci saremmo mai riusciti. Un grazie ancora a tutti coloro che si sono adoperati per il raggiungimento di questo obiettivo."

Lascia il tuo commento
commenti