L'iniziativa ha visto coinvolte le terze e quarte classi dei due licei molfettesi

Liceo Classico e Scientifico, gli studenti protagonisti attivi del proprio futuro

Ai Licei Einstein-da Vinci, l’Agenzia delle Entrate per i progetto di educazione finanziaria “Fisco e Scuola” e “Seminare la legalità”

Attualità
Molfetta domenica 17 marzo 2019
di La Redazione
Il liceo scientifico di Molfetta
Il liceo scientifico di Molfetta © n.c.

“Il futuro dei giovani passa anche attraverso il rispetto della legalità e delle istituzioni”. È il messaggio finale che, martedì 12 e mercoledì 13 marzo hanno ricevuto gli alunni delle classi quarte e terze, rispettivamente, dei Licei Classico e Scientifico nell’ambito del progetto di educazione finanziaria. L’attività didattica ha coinvolto gli studenti liceali non solo dal punto di vista didattico, ma anche e soprattutto dal lato sociale, afferente all’ambito di Cittadinanza e Costituzione.

L’autorevole presenza di funzionari dell’Agenzia delle Entrate, dott. De Michele Francesco e dott. Brigida Cosimo, referenti del progetto “Fisco e Scuola” e “Seminare la legalità” ha consentito a studenti e studentesse di comprendere come il rispetto della legalità passa anche dalla considerazione degli aspetti tecnici su cui si basa uno Stato di Diritto, mai superflui o scontati, ma sempre finalizzati alla promozione del bene comune. Anzi, se questa promozione sociale si chiama “futuro dei e per i giovani” sicuramente l’obiettivo da raggiungere acquista una valenza altamente formativa e didattica. Forte il messaggio dei relatori ai giovani: lo Stato è al servizio dei cittadini anche quando, in maniera perentoria ne fissa i limiti di azione e ne sanziona con gradualità i comportamenti inadeguati. Ne va del progresso e dello sviluppo sociale di cui i più diretti protagonisti sono oggi i giovani.

Gli studenti hanno partecipato con molta attenzione al dialogo formativo, con riflessioni e domande che hanno sollecitato la professionalità dei relatori, i quali hanno ringraziato per il «tangibile» interesse mostrato da tutta l’istituzione scolastica e il rispettoso coinvolgimento evidenziato dai discenti su tematiche che a torto vengono considerate formali e lontane dal mondo giovanile.

Il ringraziamento è stato esteso alla Dirigente Scolastica, prof.ssa Margherita Anna Bufi e alle docenti referenti, de Bartolo Maria e Ferro Vincenza.

Lascia il tuo commento
commenti