Oltre 3mila i partecipanti

Il “priscio” conquista la Molfetta Night Run

Grande successo per la terza edizione della corsa-spettacolo

Attualità
Molfetta lunedì 17 giugno 2019
di La Redazione
Molfetta Night Run 2019
Molfetta Night Run 2019 © Studio360

Alla fine il “priscio” (espressione pugliese per identificare un misto di entusiasmo, adrenalina e felicità) ha vinto per distacco. La Molfetta Night Run, andata in scena sabato sera, è stato uno spettacolo di corsa, sorrisi e divertimento. Oltre 3mila persone hanno preso parte alla terza edizione dell’evento organizzato dalla società Studio360, in collaborazione con l’Asd Free Runners. Una festa in grande stile a cui hanno partecipato grandi e piccoli, famiglie e comitive, associazioni e aziende per la classica esperienza di team building.

“Un oceano rosso di passione”, l’hanno definito spesso e volentieri i presentatori della serata. Rosso era infatti il colore delle maglie, capace di spiccare nella splendida cornice di corso Dante e piazza Municipio. La prima, sede della partenza e dell’arrivo della 5 o 10 km (a seconda della scelta dei partecipanti); l’altra, location del Villaggio dei Runners dove, sin dal venerdì, migliaia di persone si sono affacciate per il classico ritiro dei pacchi gara e delle t-shirt, ma anche semplicemente per prendere parte allo spettacolo.

La Molfetta Night Run è consistita in più momenti. Dalle 17.30 i bimbi fino ai 10 anni hanno riempito con la loro gioia le strade del centro storico. Un km tutto d’un fiato, di corsa, sulle spalle di papà, mano nella mano con mamma, anche nel carrozzino o in braccio. La Baby Night Run è stata preludio della corsa dei “grandi”. Il rosso delle t-shirt ha affollato progressivamente i luoghi della manifestazione. Poi il ballo, la musica, il riscaldamento. Un’escalation di emozioni che ha toccato il suo apice nel videomapping proiettato sulla facciata della chiesa del “Purgatorio”. Cinque minuti che hanno lasciato letteralmente a bocca aperta gli spettatori e i runners, e che hanno lanciato la volata alla partenza a due passi dalla Cattedrale.

Tante le storie raccontate nella “run”: l’associazione “Fratres” con circa 250 persone iscritte, gli istituti superiori “Ferraris” e “Vespucci”, le scuole medie ed elementari “Scardigno” e “Savio”, la casa di riposo “Don Grittani”, l’associazione “Erasmus Student Network”, “Le vie nuove” (che unisce i residente della nuova zona 167 di Molfetta), la sezione locale della Lega navale. Quindi il gruppo delle “Perle rosa”, Il Runner team Bari Pink is good 2019 (per lanciare messaggi speciali sul valore della ricerca contro il tumore al seno). E l’Unitalsi, la Lega del Filo d’oro, l’associazione “Appoggiati a me”, che con ragazzi e adulti diversamente abili sono stati orgogliosamente parte della giornata.

E dopo la fatica, il meritato ristoro in piazzetta Giovene. “Una serata indimenticabile – racconta Salvatore Altomare, di Studio360 – che ci portiamo dentro, assieme alla felicità della gente, che ha colto al volo, ancora una volta, il nostro messaggio: lo sport che ci piace non è semplice competizione, ma partecipazione, coinvolgimento, sorrisi. Guardare corso Dante pieno di gente, desiderosa di vivere la festa in ogni sua sfumatura ci rende orgogliosi. La Molfetta Night Run è diventata una splendida realtà per la città. E non solo”. L’appuntamento, quindi, è al prossimo anno. Non mancherà il “priscio”. Né la voglia di stupire.

Lascia il tuo commento
commenti