L'iniziativa

Riordino ospedaliero, il 18 luglio una conferenza di CGIL, CISL e UIL

I sindacati: "Il declassamento non può essere fatto passare come reazione al malaffare"

Attualità
Molfetta sabato 13 luglio 2019
di La Redazione
Bandiere sindacati
Bandiere sindacati © n.c.

Il piano di riordino ospedaliero, di recente approvato dalla Regione Puglia, punisce Molfetta, declassando il nostro nosocomio ad “ospedale di base”, con appena 70 posti letto - ne aveva 235fino all'anno 2000 - privo di primari - nel passato ha avuto grandi luminari - ed autonomia funzionale.

Con Molfetta, tutta la fascia costiera ne risulta penalizzata a tutto vantaggio di Corato, città che, peraltro, dista pochi chilometri da Andria dove è previsto un nuovo maxi ospedale in progettazione e già finanziato, quest'ultima città non è poi distante da Barletta che già detiene un ospedale di 2° livello e di cui si prevede una ulteriore implementazione.

La logica sottesa a questa scelta sfuggono a tutti noi. Non è una guerra di campanile, si tratta di assicurare una sanità degna di questo nome ad una popolazione di circa 100 mila abitanti che, in caso di necessità ed urgenza - se non viene cambiato il piano di riordino - dovrebbe ricorrere alle cure dell'Ospedale di Corato di cui, tra l'altro, conosciamo, in inverno, i problemi a causa delle condizioni meteo oppure quello al rione San Paolo di Bari, non servito da mezzi pubblici che lo colleghino alla fascia costiera, senza dimenticare il disagio cui saranno sottoposti i familiari dei pazienti chiamati spesso ad "integrare" l'assistenza ospedaliera.

I Sindacati Confederali CGIL, CISL e UIL, unitariamente, chiedono alla città di far sentire la propria voce in tutte le forme possibili; invitano il Sindaco, la Giunta, il Consiglio comunale, gli operatori sanitari e tutte le forze politiche, economiche e sociali a difendere il diritto alla salute, sventando il tentativo maldestro di far passare il piano di riordino come reazione necessaria al malaffare, come se il fenomeno dell'assenteismo fosse presente solo presso il nostro nosocomio.

Per discutere di questi temi invitiamo la stampa e tutti gli interessati a confrontarsi con noi giovedì 18 luglio alle ore 19,00 presso la Sala Stampa del Comune di Molfetta in Piazza Municipio.

Lascia il tuo commento
commenti