Intervengono le autorità

Una “colata di cemento” cancella i resti di un'edicola votiva in via Forno

Il cemento ha ricoperto i resti del sacro dipinto. Dopo la rimozione il risultato non è lo stesso

Attualità
Molfetta giovedì 22 agosto 2019
di La Redazione
L'icona di via Forno
L'icona di via Forno © n.c.

Il centro storico di Molfetta conserva una serie di particolari e simboli legati a tempi antichissimi, culti lontani, alla storia e alle radici di questa città. Molti sono i piccoli segni lasciati dai nostri avi che non conosciamo, ignoriamo e che vengono spesso abbandonati all'incuria e al tempo.

Altri possono essere invece cancellati per un errore, un intervento maldestro e arrabattato. E' quanto accaduto ad una antica nicchia votiva in via Forno, una delle tante presenti nelle mura degli antichi palazzi del centro storico, al cui interno vi erano tracce di intonaco affrescato raffigurante un cielo e delle stelle gialline su uno sfondo bianco.

Proprio nel corso della mattinata ieri, un intervento di presunto "abbellimento" secondo il giudizio di un proprietario di un immobile vicino, ha fatto si che con una colata di cemento si coprisse letteralmente il resto di questo affresco. Un errore di valutazione a tratti inspiegabile, considerando che le procedure in caso di ritrovamento di opere che possano appartenere al patrimonio storico artistico cittadino sono ben note.

A poco è valso l'intervento delle autorità, che ha comunque portato alla rimozione del cemento, seppure i resti del dipinto sono ora molto meno visibili rispetto a prima.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Corrado Pisani ha scritto il 22 agosto 2019 alle 06:17 :

    La nicchia (edicola) ospitava un dipinto raffigurante la Madonna dell'Incoronata (cfr. Aldo Fontana, MOLFETTA VECCHIA. CENTRO STORICO - STRADARIO, Tip. Mezzina, 1969, Molfetta, p. 33). L'esistenza dell'arco è documentata già nell'anno 1623. Rispondi a Corrado Pisani