Ieri l'evento inaugurale

Inaugurato "In volo", il nuovo centro del Consorzio Metropolis

Accompagnerà i minori in percorsi riabilitativi e di integrazione sociale

Attualità
Molfetta venerdì 13 settembre 2019
di La Redazione
L'inaugurazione di
L'inaugurazione di "In volo" © n.c.

E' stato inaugurato ieri, presso la sede di Via del Vento, il centro semiresidenziale terapeutico per minori "In volo", nuovo importantissimo traguardo per il Consorzio Metropolis. Presenti all'inaugurazione, anche le istituzioni cittadine ed alcuni esponenti del mondo ecclesiastico, con la celebrazione della Santa Messa.

Il centro è accreditato con il sistema nazionale sanitario e rappresenterà una risposta terapeutica riabilitativa per tutti i minori affetti da patologie del neuro svilippo. Presupposto fondamentale è la presa in carico del minore da parte delle Neuropsichiatre territoriali, le quali dopo aver segnalato i casi, in concerto con l équipe multidisciplinare del centro terapeutico stila un PTRI (Progetto terapeutico riabilitativo individualizzato) volto a stabilire gli obiettivi del progetto sia dal punto di vista sanitario/riabilitativo sia relativamente al consolidamento delle relazioni significative.
Fulcro dell'intervento è la riduzione di sintomi e comportamenti problema che talvolta possono diventare oggetto di stgma ostacolando percorsi di crescita e integrazione sociale del minore stesso.
A testimonianza della valenza sanitaria e gratuita del progetto, si evidenzia la presenza dei rappresentanti territoriali delle Neuropsichiatre: Giuseppe Cipolla, Tommaso Tota, Flavio Gioia, i quali mediante il lavoro del centro terapeutico riusciranno a fornire una risposta appropriata ai bisogni di cura dei loro assisti e delle loro famiglie.
Come dichiarato dal presidente del consorzio, Luigi Paparella, il centro oltre ad essere un punto di riferimento per il territorio, si impegnerà a sostenere le famiglie e i minori anche nell'ambito dell'istituzione scolastica oltre che a mantenere i legami con le associazioni di categoria presenti sul territorio.


Lascia il tuo commento
commenti