Il resoconto giornaliero del primo cittadino

Minervini: "Il molfettese positivo migliora. Un concittadino residente a Bari è deceduto"

"Il positivo molfettese sta bene e presto sarà dimesso dal Policlinico, dove è deceduto un molfettese residente da tempo a Bari. Sarà tumulato a Molfetta con le dovute accortezze"

Attualità
Molfetta mercoledì 25 marzo 2020
di La Redazione
Tommaso Minervini
Tommaso Minervini © n.c.

"La buona notizia odierna è che l'unico positivo molfettese al COVID-19 sta migliorando sempre di più e tra poco dovrebbe uscire dal Policlinico. Un nostro concittadino, da tempo residente a Bari e ultimamente in una casa di riposo, positivo al coronavirus è deceduto al Policlinico. La famiglia ha chiesto di tumularlo nel nostro cimitero nella cappella di famiglia con tutte le cauzioni e prevenzioni del caso", inizia così l'odierno aggiornamento del primo cittadino Tommaso Minervini.

"L'ospedale di Molfetta continua ad attrezzarsi per i sette posti di transito Covid per soddisfare Molfetta e l'hinterland, il Pronto Soccorso sta facendo un'egregia attività, ma tutto il nosocomio è concentrato. I sanitari vengono monitorati frequentemente, dobbiamo salvaguardare i nostri sanitari. Anche il Dipartimento di Prevenzione, Salute Pubblica mantiene il costante contatto con gli isolati, specie chi viene da fuori regione - le parole del sindaco che si concentra sulla macchina organizzativa molfettese - Con le forze dell'ordine abbiamo deciso di potenziare i posti di blocco ai vari ingressi della città: chi si muove senza avete le dovute necessità commette un reato. Domani è il primo giorno di pensione, un ufficio postale sarà chiuso, metteremo transenne e steward per garantire la distanza di almeno due metri".

Infine, sempre l'invito a restare a casa. "Chi, irresponsabilmente, continua a vagare in giro, avrà pesanti sanzioni".

Lascia il tuo commento
commenti