L'estate pugliese

“Gli stabilimenti balneari dovranno assicurare l'apertura entro il 1° luglio”

L’ordinanza regionale traccia la linea: aperture possibili dal 25 maggio, le settimane successive saranno utili per approntare i protocolli di sicurezza

Attualità
Molfetta venerdì 22 maggio 2020
di La Redazione
Le spiagge molfettesi, viste dall'alto
Le spiagge molfettesi, viste dall'alto © Molfettalive.it

Gli stabilimenti balneari pugliesi potranno riaprire dal 25 maggio, “nel rispetto delle indicazioni tecniche operative definite dalle linee guida regionali”. E se non dovessero essere pronti con il protocollo che saranno tenuti a rispettare, dovranno garantire “in ogni caso l’apertura della balneazione dal primo luglio alla prima domenica di settembre, salvo deroga a seguito di istanza motivata da presentarsi al Comune costiero”.

L’ordinanza emessa nelle scorse ore dalla Regione Puglia prova a fare chiarezza rispetto alle tempistiche di apertura dei lidi. E mette un punto anche sulle modalità di gestione degli spazi all’interno delle strutture. In particolare sarà necessario rispettare le distanze minime tra gli ombrelloni di 3 metri (all’interno di una stessa fila) e 3,4 metri (tra file diverse). Complessivamente ogni postazione dovrà avere un’area esclusiva di 10,2 metri quadri.

L’ordinanza regionale è stata discussa ieri con i sindacati dei gestori degli stabilimenti. Altre novità rispetto alle ordinanze degli anni passati saranno rappresentate dall’uso esclusivo per i soli clienti del lido di docce, spogliatoi e attrezzature balneari per garantire il loro tracciamento.
“Sarà l’estate della responsabilità e della sicurezza condivisa – afferma il presidente regionale Michele Emiliano – per consentire a tutti di non perdere l’appuntamento con la bellezza del mare pugliese”.

“Sono grato per lo speciale spirito di collaborazione con il quale tutti hanno dato il loro contributo in un momento così difficile e così denso di preoccupazioni – è il parere dell’assessore al Bilancio Raffaele Piemontese – Il fatto che siano state condivise all’unanimità le regole per questa strana estate in cui stiamo entrando fa capire meglio di tante parole quale straordinario sforzo comune abbiamo concertato con la Direzione marittima, i Comuni pugliesi, le associazioni ambientaliste, le associazioni dei disabili e, naturalmente, le associazioni che rappresentano le imprese balneari, per scrivere regole chiare e semplici, che interpellino il senso di responsabilità di ciascuno, in modo che tutti possano godere dell’estate 2020 e che siano arginati gli effetti della tempesta coronavirus che ha investito l’economia blu legata al mare”.
L’estate pugliese negli stabilimenti balneari a ogni modo è pronta a partire: il 25 maggio o, al massimo, entro il 1° luglio.

Lascia il tuo commento
commenti