Il centro è stato determinante anche per violenze e segnalazioni giunte durante il lockdown

Il centro antiviolenza "Annamaria Bufi" gestito per un altro anno da Pandora

"Considerata la qualità del servizio reso ad oggi, si rinnova per altri dodici mesi l'assegnazione della gestione del centro", si legge nella determina

Attualità
Molfetta venerdì 29 maggio 2020
di La Redazione
Centro antiviolenza “Annamaria Bufi”
Centro antiviolenza “Annamaria Bufi” © N.c.

A circa un anno di attività del centro antiviolenza "Annamaria Bufi", sito in piazza Rosa Luxemburg, arriva l'ufficialità che il centro sarà gestito ancora per un anno dall'associazione Pandora.

"Considerata la qualità del servizio reso ad oggi, si rinnova per altri dodici mesi l'assegnazione della gestione del centro, ormai punto di riferimento per tutto il territorio molfettese e non solo per Molfetta", si legge nella determina.

Assegnato il 7 giugno scorso e ufficialmente aperto l'11 luglio, il centro antiviolenza è stato determinante per risolvere problematiche di violenza e segnalazioni avvenute durante il periodo di lockdown, in sinergia con carabinieri e i servizi sociali di Molfetta.

Inoltre, con la nota del Comune per fare un resoconto del 2019, si è potuto constatare che l'80% degli accessi è di natura spontanea, mentre il restante 20% è diviso tra segnalazioni delle forze dell'ordine, i carabinieri essenzialmente, e di servizi territoriali come centro di salute mentale, servizi sociali o altro, rispettivamente al 15% e 5%.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti