Un momento di grande condivisione

Gli "Amici per la vita" donano una sedia J.O.B. per l'accesso al mare dei disabili

La carrozzina da spiaggia è stata donata al Trullo Beach

Attualità
Molfetta lunedì 27 luglio 2020
di Alessia Sciancalepore
Gli
Gli "Amici per la Vita" donano una J.O.B. al Trullo Beach © n.c.

Quando si dice “fare di necessità, virtù”, gli “Amici per la vita” prendono le cose sul serio.

Infatti, l’associazione molfettese “Amici per la vita”, nata nel 2013 con finalità di promozione sociale, torna a far parlare di sé, nel proprio piccolo, con una nuova iniziativa. Questa volta, l’obiettivo è l’abbattimento delle barriere architettoniche che prepotentemente persistono nella nostra città, in innumerevoli forme.

Partendo dalla necessità di trovare risposte e soluzioni ad un problema, tanto sentito quanto diffuso, come quello dell’assenza di attrezzature per l’ingresso in mare delle persone disabili, l’associazione si è mobilitata per sopperire a questa mancanza. Così, dopo aver raccolto fondi portando in scena la commedia in vernacolo “U mèledecénde mòere pezzènde”, sono riusciti ad acquistare una sedia J.O.B.
L’acronimo sta per “J’amme ‘o bagno”.

No, non è uno scherzo. La sedia, attrezzata per l’ingresso in mare, nasce dall’intuizione di un ingegnere napoletano, come si evince dal nome, che ha messo a punto una vera e propria carrozzina da spiaggia.

L’associazione ha scelto di donare, in comodato d’uso, la suddetta sedia J.O.B alla struttura Trullo Beach.
“Questa attrezzatura – ha spiegato il presidente dell’associazione Giacomo Annacondia – sarà a disposizione di tutti quelli che, in questo luogo, dovessero averne bisogno. Capiamo che, per chi non vive la situazione della disabilità, questa possa risultare una tematica di poco conto ma, in realtà, à una grande conquista”.

Grande è stata l’emozione di quanti, nella giornata di ieri, hanno assistito al momento della consegna della suddetta sedia; soprattutto, palpabile era la commozione dei gestori della struttura Trullo Beach, già mostratisi sensibili alle tematiche dell’inclusività.
“Questo luogo nasce per accogliere la gente – ha affermato la titolare, Maridda Poli – Oggi, voi dell’associazione Amici per la vita, realizzate un nostro sogno e ci fate un gran regalo, ve ne siamo grati”.

Un momento di genuina condivisione, quello creato dai membri dell’associazione “Amici per la vita” che, oltre a coinvolgere e cercare di sensibilizzare grandi e piccoli sulla questione, hanno dato prova di quanto, un piccolo investimento possa davvero fare la differenza.
Una differenza reale, importante, che ieri ha ridato il sorriso ad Annarita Muratori: la prima ad aver sperimentato, con non poca emozione, i benefici della sedia J.O.B.Ma soprattutto la bellezza di risentire l’acqua salata sulle gambe e l’appagamento di poter fare di nuovo un “vero bagno” in mare. Senza restare, in disparte, a guardare.

“La speranza – ha concluso il presidente dell’associazione-è chiaramente quella che queste attrezzature possano essere presenti in tutti i lidi molfettesi, ma è ancora lunga la strada da fare per raggiungere questo traguardo”
Con lungimiranza, ma con altrettanta concretezza, l’associazione “Amici per la vita” guarda lontano, regalando un pomeriggio di sorrisi e positività. Quella gioia che solo i gesti fatti “per gli altri” possono donare.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti