Il 21esimo intervento dell'associazione

2hands a tutela dell'Oasi naturale Torre Calderina

Nella zona, importantissima dal punto di vista faunistico, sono stati raccolti 133 chilogrammi di rifiuti

Attualità
Molfetta venerdì 31 luglio 2020
di La Redazione
Oasi naturale Torre Calderina
Oasi naturale Torre Calderina © Associazione 2hands

I volontari dell’organizzazione no-profit 2hands si sono impegnati in un intervento di pulizia riguardante la spiaggia dell’Oasi Naturale Torre Calderina. L’intervento, diviso in due appuntamenti, ha ottenuto un grande risultato in termini di rifiuti raccolti sul tratto costiero.

In particolare, sono stati raccolti, in un tratto di spiaggia di 600 metri, 50 bustoni di rifiuti equivalenti a 133 chilogrammi di rifiuti, suddivisi in questo modo: 91,3 kg di plastica, 9,5kg di polistirolo, 7kg di vetro e 25kg di rifiuti non differenziabili.

È grazie a questo intervento che l’associazione, nata due anni fa, “festeggia” con un sorriso amaro le due tonnellate di rifiuti raccolti sulla costa molfettese e i 2760kg raccolti in totale tra costa, agro e centro urbano.

L’area di Torre Calderina è molto importante dal punto di vista faunistico e non riesce a sopportare da sola il peso dell’inquinamento.
Essendo particolarmente soggetta a correnti che trasportano rifiuti a riva, la costa risulta soffocata dalla plastica e dal polistirolo, tanto che quest’ultimo si confonde perfettamente con i ciottoli.
I rifiuti trovati più spesso sul percorso sono stati: bottiglie di plastica, reti in plastica, confezioni in polistirolo per lo stoccaggio del pesce, sono state trovate anche confezioni in plastica ormai non più commercializzate da almeno dieci anni.

È evidente che l’area di Torre Calderina abbia bisogno di protezione e che il problema legato all'inquinamento necessiti di regole più stringenti e di strumenti più potenti per combatterlo.

Lascia il tuo commento
commenti