Previsto l'isolamento fiduciario di 14 giorni

Casi in aumento in Puglia: quarantena obbligatoria per chi rientra da Grecia, Malta e Spagna

L'ordinanza del presidente Emiliano

Attualità
Molfetta martedì 11 agosto 2020
di La Redazione
Coronavirus
Coronavirus © n.c.

La Puglia interviene contro i casi in aumento esponenziale di positività al Covid-19 registrati negli ultimi giorni nel territorio regionale su giovani residenti in Puglia di rientro dalle vacanze estive in Grecia, Malta, Spagna, Paesi con alta circolazione virale in questo momento. Il governatore Michele Emiliano ha annunciato un'ordinanza valida dal 12 agosto che prevede l'obbligo di isolamento fiduciario di 14 giorni per chi rientra in Puglia nella propria abitazione da Grecia, Malta e Spagna. Questo il messaggio postato su Facebook dal governatore pugliese:

"L'obbligo di quarantena di 14 giorni per i residenti in Puglia che rientrano da Grecia, Malta e Spagna si aggiunge all'obbligo di quarantena già previsto dalle leggi nazionali per numerosi Paesi esteri (elenchi C, D, E ed F, dell ' allegato n. 20 del Dpcm del 7 agosto 2020).

Vi ricordo che rimane l'obbligo per tutti coloro che arrivano da altre regioni italiane e da tutti i Paesi esteri di autosegnalarsi sul sito https://www.sanita.puglia.it/autosegnalazione-coronavirus. Questo obbligo è disposto per tutti, residenti in Puglia e non residenti e quindi anche per i turisti.

Per coloro che si autosegnalano si attiva la sorveglianza attiva da parte dei Dipartimenti di prevenzione delle Asl. Grazie a un protocollo sottoscritto con le Forze dell’Ordine, i controlli sul rispetto dell’obbligo di autosegnazione saranno rafforzati. Le Forze dell’Ordine daranno anche supporto all’azione delle nostre Asl nel tracciamento dei contatti stretti dei casi positivi Covid19.

Vi ricordo che la non ottemperanza dell’obbligo di autosegnalazione prevede sanzioni pesanti, ove il fatto non costituisca più grave reato.

Accanto a queste misure vi informo che si amplia l’offerta dell’esecuzione del tampone per tutti coloro che rientrano in Puglia da aree a rischio"

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 12 agosto 2020 alle 07:04 :

    Non si capisce come fa la ASL, di fronte a giovani positivi asintomantici, ad affermare con tanta certezza che si siano positivizzati durante le vacanze all'estero e non magari prima, in Italia, mesi fa. Oppure a bordo degli aerei dove sono state annullate le distanze dii sicurezza. Se avessero voluto davvero tutelarli-ci avrebbero dovuto vietare le partenze. Così metteranno in.quarantena migliaia di giovani, anche quelli sani, con le loro famiglie. Sarà un bel caos, specie per il ritorno al lavoro. Rispondi a Franco