La nota

"Luna park in massima sicurezza. Qualcuno cerca solo pubblicità politica"

Le parole di Cosimo Amato, presidente ANESV-AGIS Puglia e Basilicata

Attualità
Molfetta sabato 03 ottobre 2020
di La Redazione
Giostre
Giostre © Paola Latino

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Cosimo Amato, presidente Anesv-Agis (Associaziona nazionale esercenti spettacoli viaggianti- Associazione generale italiana pubblico spettacolo) di Puglia e Basilicata.

“In riferimento alle dichiarazioni ed alla conseguente iniziativa riguardante la petizione “Covid park- no grazie”, pubblicizzata sugli organi di stampa e sui social network da parte del Dott. Felice Spaccavento, è d’obbligo, da parte mia, fare alcune precisazioni a tutela dei lavoratori dello spettacolo viaggiante e dei cittadini molfettesi fruitori del servizio.

Trovo oltremodo scorretto incitare i cittadini a non usufruire delle attrazioni dello spettacolo viaggiante in quanto, codeste attività, svolgeranno il loro lavoro regolarmente e in sicurezza, attraverso il rispetto delle norme regionali e nazionali emanate dal Presidente della Regione Puglia, di cui il sig. Spaccavento ne ha supportato la campagna elettorale candidandosi alle ultime regionali, quali l’ordinanza 243 del 24 maggio 2020, che regolarizza l’apertura, nello specifico, di attività dei parchi tematici, parchi acquatici, luna park e attrazioni dello spettacolo viaggiante e quali quella del Presidente del Consiglio dei Ministri, DPCM del 7 agosto 2020, che garantisce le linee guida per la sicurezza sanitaria degli operatori e degli utenti dei luna park.

Come operatori dello spettacolo viaggiante garantiremo il servizio in massima sicurezza, con ingressi del luna park presidiati da volontari che rileveranno la temperatura corporea con misuratori termo-scanner, imporranno l’uso della mascherina in entrata e ne forniranno le stesse in dotazione a prezzo concordato di 0,50 cent per l’utente che ne sia sprovvisto, all’interno del parco, abbiamo predisposto un servizio di controllo serrato sull’uso delle mascherine grazie alla presenza di guardie giurate, tutte le attrazioni saranno dotate di igienizzanti e ogni singola attrazione, a seconda delle caratteristiche della stessa, rispetterà un protocollo di sicurezza per il distanziamento sociale.

Chi chiediamo come mai venga presa di mira solo la nostra categoria, spesso bistrattata, mentre non si fa una riflessione seria sui protocolli di sicurezza adottati in tanti luoghi di assembramento in genere; quello che vogliamo è poter svolgere il nostro lavoro seriamente, osservando tutti i protocolli a tutela dei cittadini, come sempre abbiamo fatto, senza dovere subire attacchi dettati solo dalla voglia di pubblicità politica e dalla voglia di protagonismi.

Non si può giocare sulla pelle di cinquanta famiglie, imporgli di non lavorare senza trovare soluzioni alternative alla chiusura.

Esorto pertanto la cittadinanza a frequentare il luna park fino al 25 Ottobre in totale tranquillità per un sano e sicuro divertimento.”

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Salvatore ha scritto il 04 ottobre 2020 alle 07:37 :

    Mentre il Sindaco dichiara 9 contagiati, la regione Puglia,a Molfetta,ne dichiara da 21-50 chi ha ragione?? E voi mettete il luna park...bravi Rispondi a Salvatore

  • Giuseppe Andreula ha scritto il 03 ottobre 2020 alle 19:31 :

    Si ma perchè a Molfetta? Rispondi a Giuseppe Andreula

  • Luigi Modugno ha scritto il 03 ottobre 2020 alle 19:26 :

    Luna park in massima sicurezza, Personalmente sembra un luna park anni 70 Rispondi a Luigi Modugno