Tutte le decisioni in merito saranno prese alla luce del prossimo Dpcm

Ancora in bilico le sorti del tradizionale mercatino di San Nicola

Le parole dell'assessore Ancona: "Tutto dipenderà dal colore della nostra zona; siamo in difficoltà come amministratori locali, è difficile programmare qualcosa e ci dispiace"

Attualità
Molfetta mercoledì 02 dicembre 2020
di Angelo Ciocia
Mercatini di San Nicola a Molfetta
Mercatini di San Nicola a Molfetta © Molfettalive.it

Il mercatino di San Nicola è in bilico. Mentre per lo sbarco del santo buono e amato dai bambini molfettesi, l’appuntamento è rinviato al 2021, il tanto atteso mercatino di San Nicola, allo stato attuale, non dovrebbe essere svolto.

Però, da ore, si attende il nuovo decreto che potrebbe rimettere in gioco le sorti del tanto desiderato mercatino.
“Purtroppo il mercato di San Nicola, che noi abbiamo organizzato nell’istruttoria, è condizionato dal colore della zona in cui ci troveremo – le parole dell’assessore al ramo, Antonio Ancona – Aspettiamo le prossime ore per dare una notizia certa ed ufficiale, ma ad oggi prevarrebbe lo stop al mercatino. Abbiamo fatto le graduatorie, assegnato posteggi, messo in sicurezza l’area dal punto di vista del rispetto dei decreti, ma queste tipologie di mercatini sono paragonati alle fiere, vietati dunque nella zona arancione”.

Il consueto appuntamento con dolci e regali tra le bancarelle è in bilico come non mai.
“Sapremo tutto il 3 dicembre. E, di fatto, il mercatino era stato organizzato proprio a partire da quel girono sino alla viglia di San Nicola, quindi siamo in una situazione di indecisione che non dipende da noi. Oggi, stando al DPCM del 3 novembre scorso, non si dovrebbe poter svolgere. Siamo in difficoltà come amministratori locali, è difficile programmare qualcosa e questa situazione ci dispiace: il mercatino è sempre stato una bella tradizione molfettese”, prosegue l’assessore Ancona.

E' lo stesso assessore, poi, a tendere la mano agli operatori dei settori più colpiti dalle restrizioni.
“Stiamo cercando di attivare tutte le possibilità per far lavorare gli operatori locali. Purtroppo questo lavoro va coordinato con le decisioni prese a livello centrale e nazionale: oggi facciamo fatica ad avere anche una sola visione a breve termine – le parole dell’assessore – Molte chiusure dipendono dal colore della zona in cui ci troviamo. Addirittura la scorsa settimana si parlava di rosso, mentre ora si parla di un’ipotetica zona gialla”.

E questa incertezza fa partire alcuni progetti e ne blocca altri. “Avevamo programmato l’iniziativa sui voucher negli esercizi commerciali, bissando il grande successo che il progetto aveva avuto nel post lockdown. Ma, comprensibilmente, avremmo vanificato il lavoro se fossimo stati zona rossa. Vogliamo fare la stessa azione dei buoni con i ristoratori, ma siamo bloccati dal colore della zone”, chiarisce Antonio Ancona.

Restrizioni che gli operatori del settore ambulanti hanno patito non solo per quanto riguarda il mercatino di San Nicola.
“Abbiamo sospeso il mercato settimanale per un’altra settimana. Un atto doveroso perché dobbiamo adeguare il mercato ai decreti. La localizzazione resterà la stessa – spiega l’assessore – ma ci sposteremo verso la ferrovia. Questa nostra proposta, se approvata dalle associazioni di categoria, rispetterebbe i piani sicurezza previsti. Ad oggi, solo la zona rossa vieta il mercato, per cui stiamo lavorando per sbloccare questa situazione”.

Infine, un bagliore di luce, è il caso di dirlo, per i molfettesi. “Natale è il periodo di mercatini, eventi in piazza ed in centro. Non sarà possibile tutto ciò. Tuttavia, sono partite le installazioni delle luminarie: entro il 6 termineremo in centro, entro il 13 tutta la città sarà illuminata – illustra Antonio Ancona – Nel centro storico ci saranno delle proiezioni, oltre alle luci. Cercheremo di fare il possibile per restituire ai cittadini il clima natalizio e stiamo facendo di tutto per tutelare le categorie coinvolte dalle restrizioni. È un lavoro difficile, viviamo alla giornata, diventa difficile programmare e dobbiamo sottostare alle decisioni regionali e nazionali”.

Poche ore di attesa, dunque, per conoscere il destino del mercatino di San Nicola. Il commercio molfettese, in vista del Natale, si mette in moto. Molto dipende dal prossimo decreto. Tanto, però, può dipendere dal comportamento di ciascuno.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Andrea Sertori ha scritto il 02 dicembre 2020 alle 13:32 :

    Se dovessero fare il mercatino avrebbero sulla coscienza morte e contagi di tante persone! Rispondi a Andrea Sertori

  • Floraspe Pisani ha scritto il 02 dicembre 2020 alle 11:22 :

    Ancora in bilico? Ma anche fossimo messi in zona gialla sarebbe da pazzi autorizzare l'apertura di questo mercatino dozzinale che attirerebbe tanta gente (anche positiva al Covid), causando un disastro. Assessore Ancona, si prenda le sue responsabilità e annulli questo evento ancor prima di sapere il colore della nostra regione, non aspetti che qualcuno le tolga le castagne dal fuoco. Rispondi a Floraspe Pisani