La presentazione del match

Molfetta Calcio, subito testa al FC Francavilla

Dopo la grande prestazione di sabato, i biancorossi affrontano in trasferta l'altra lucana del girone. All'andata terminò 3-0 per i ragazzi di Bartoli

Calcio
Molfetta martedì 23 febbraio 2021
di Angelo Ciocia
Molfetta Calcio
Molfetta Calcio © n.c.

Neanche il tempo di festeggiare l’esame di maturità superato a pieni voti, e con un bottino di tre punti, contro il temibilissimo Lavello che per la Molfetta Calcio è già tempo di pensare alla prossima trasferta.
Nel turno infrasettimanale di mercoledì 24 febbraio, alle 14,30, i biancorossi di Bartoli affrontano il FC Francavilla, team in serie D dalla stagione 2005-06, non uno squadrone blasonato, ma una squadra tanto esperta, quanto rognosa specie tra le mura amiche.

Bartoli, dopo la bellissima prova tutta grinta e coraggio contro la corazzata Lavello, affronta quindi una nuova lucana con la consapevolezza che, pur cambiando vestito (si è passato dal 3-5-2 al 4-4-2), alcuni mantra del gioco restano intatti per capitan Di Bari e compagni. I biancorossi hanno affrontato un febbraio povero di gare, causa i rinvii contro Portici e Altamura e sono attesi dal tour de force che culminerà mercoledì contro il lucani, allenati da Lazic, e domenica, al Poli, contro Bitonto. Poi marzo, probabilmente, sarà il mese dei tre recuperi e serve una rosa larga, più ampia possibile. 
Ritorneranno in campo Caprioli e Lacarra che hanno scontato le relative squalifiche, mancherà Diallo espulso nei minuti finali del match contro Lavello. Non ci sarà Mingiano, approdato al Derthona. Potrebbe trovare una maglia dal primo minuto Dubaz e potrebbe essere confermato Varriale, letale sull’out esterno con la sua imprevedibilità, anche se è ritornato da poco dall’infortunio e va centellinato. 

Il FC Francavilla, dal suo canto, è una squadra totalmente rinnovata rispetto a quella che abbandonò il Poli con un perentorio 3-0 incassato. Era la seconda giornata, la prima per i biancorossi di mister Bartoli, e il Francavilla in Sinni era un cantiere aperto, operativo da poche settimane visto il ripescaggio last minute in serie D. Lazic adesso può contare su Dopudj e Di Ronza in difesa che affiancano Cabrera, in protezione del giovane portiere Cefariello. Morleo e Caponero agiscono sugli out esterni, Galdean, Del Col e Navas sulla mediana. In avanti diverse soluzioni con il sempre eterno Nolè, la punta serba Aleksic, il talentuoso Vukmirovic (impiegabile anche a centrocampo) e il neo arrivato Leonetti a contendersi due maglie. 
Nel turno di domenica, i rossoblu lucani hanno pareggiato a Portici e si sono portati a 19 punti, tre in meno dei biancorossi, con capitan Di Bari e compagni che vantano tre partite in meno. 

Obiettivi simili per entrambe le compagini, la salvezza. Un traguardo che Francavilla sta costruendo in casa con 12 punti conquistati al Fittipaldi di Francavilla in Sinni, raccogliendo punti anche con squadre importanti come Lavello, Bitonto, Sorrento. Agli uomini di Lazic mancano i tre punti dal 17 gennaio quando il giudice sportivo ha inflitto la sconfitta a tavolino all’Aversa, regalando una gioia ai lucani. Per l’ultima vittoria sul campo, si deve risalire al primo novembre quando Navas e Dopudj firmarono il blitz contro Bitonto. Nel mezzo sei pareggi che hanno dato ossigeno alla classifica.

Adesso la sfida verità per la Molfetta Calcio: confermare la bella prestazione contro Lavello significherebbe vincere contro una diretta concorrente e allontanare la zona playout. Imporsi contro una squadra esperta darebbe fiducia all’ambiente in vista del derbyssimo contro Bitonto.

Lascia il tuo commento
commenti