Ambulanti, è pronto il “box numero zero”

Ampio 30 mq, in legno: il prototipo verrà montato in una struttura sportiva

Attualità
Molfetta mercoledì 20 ottobre 2010
di Lorenzo Pisani
© Carabinieri Comando Provinciale di Bari

Dall’aula alla strada. Parte oggi l’applicazione del piano del commercio sulle aree pubbliche approvato lo scorso 11 ottobre dalla maggioranza di centrodestra.

Sarà allestito questa mattina, in una struttura sportiva, il “box numero zero”, prototipo della soluzione adottata dall’amministrazione per regolare il “mercato diffuso”.

Come tutti i prototipi, potrà essere in seguito modificato in base ai risultati della sperimentazione. Sei metri per cinque, in legno lamellare, il box accoglierà le derrate alimentari in vendita e sarà chiuso al termine della giornata lavorativa, fissata dalle 8 alle 13 e dalle 17 alle 20.

Il primo esemplare farà da battistrada alle altre strutture che sorgeranno da levante a ponente, secondo quanto stabilito dal piano del commercio. Oltre alle aree già operanti, sarà occupata da analoghi punti vendita la zona a ridosso dell’ospedale, che accoglierà venti postazioni.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • baldodegliubaldi ha scritto il 21 ottobre 2010 alle 18:31 :

    C'è qualcuno (anche a nord) che probabilmente non conosce l'italiano. Tratto da un dizionario della lingua italiana: "Ambulante: agg. che si sposta, che non ha sede fissa". Chi ha inventato gli ambulanti in sede fissa, oltre che un pazzo, è anche un ignorante! Rispondi a baldodegliubaldi

  • jerry_live_23 ha scritto il 21 ottobre 2010 alle 13:54 :

    @ MOLF: esiste un atto giuridico comunale (a parte il piano del commercio) o regionale PUGLIESE che sancisca quello che sostieni? e soprattutto questo piano del commercio non credo che tuteli affatto quei venditori che invece pagano l'affitto di 5 mura, l'ICI e tutte le imposte derivate...per di più chi paga questi box?? e quanti degli ambulanti molfettesi hanno la licenza per stare nello stesso posto più tempo?pochini,direi, a giudicare dai blitz dei carabinieri... Rispondi a jerry_live_23

  • niklosvi ha scritto il 21 ottobre 2010 alle 09:10 :

    sarebbe stato meglio far partire l'operazione "zero box" piuttosto che "box zero"... Rispondi a niklosvi

  • volemusebene ha scritto il 20 ottobre 2010 alle 19:31 :

    E poi l'ambulante chi lo farà? Boh!!! Rispondi a volemusebene

  • MOLF ha scritto il 20 ottobre 2010 alle 12:46 :

    jry_live, stai sbagliando di grosso. Gli ambulanti, per legge, possono avere o la licenza per un posto fisso per la durata di diversi anni, o avere una licenza per il commercio senza sede fissa. Molti infatti pensano, erroneamente, che l'ambulate sia quello che vaga per le strade. Leggiti ad esempio cosa avviene in Lombardia: http://www.bs.camcom.it/files/SviluppoEconomico/Commercio_Ambulante_Scheda.pdf Rispondi a MOLF

  • steed ha scritto il 20 ottobre 2010 alle 11:04 :

    grandissima porcheria.......nei paesi del nord non esistono per strada questi suddetti box. peccato per molfetta, si stà rovinando, una bella città; il sen.sindaco la stà facendo diventare a sua immagine e sembianza.COMPLIMENTI Rispondi a steed

  • jerry_live_23 ha scritto il 20 ottobre 2010 alle 09:33 :

    gli organi istituzionali comunali,con questo "piano del commercio", entreranno palesemente in conflitto con quanto disposto e fatto dalla magistratura ordinaria perchè daranno una sistemazione FISSA a quelli che per legge (e per licenza acquisita) sono AMBULANTI,ovvero si devono spostare da un luogo all'altro al massimo ogni due ore... ordine e legalità,come al solito, regnano sovrane!! (sob...) Rispondi a jerry_live_23