Processo “Amato + 5”, il Comune deposita la costituzione di parte civile

L’udienza è stata rinviata al 23 settembre.

Cronaca
Molfetta mercoledì 28 maggio 2008
di La Redazione
© MolfettaLive.it
Si è tenuta nella mattinata di ieri l’udienza del processo cosiddetto “Amato + 5”.

Un vizio di notifica nei confronti di alcuni imputati alla causa del rinvio al 23 settembre, data in cui si discuterà sulla richiesta del Comune di costituzione di parte civile per tramite dell’avvocato Masellis, depositata nella mattinata.

Il 30 settembre, invece, avrà inizio l’istruttoria. Davanti ai giudici della prima sezione del Tribunale di Trani sfileranno i primi testimoni. La pubblica accusa sarà rappresentata dal P.M. Giuseppe Maralfa.

Le accuse per i sei imputati sono di concussione, voto di scambio, abuso d’ufficio e falso ideologico.

Secondo l’accusa Pino Amato tra il gennaio 2004 e l’ottobre 2005, periodo in cui ricopriva la carica di Assessore all’Annona e Polizia Municipale, avrebbe abusato della sua carica pubblica per creare una rete di contatti al fine di costituire un serbatoio di voti per sé e per altri candidati.
Voto di scambio, dunque, l’accusa principale, attorno alla quale ruotano gli altri reati.

La promessa del voto, o dei voti, sarebbe stata ottenuta in cambio di servigi derivanti dalla sua carica pubblica: riduzioni di multe, promesse di lavoro, concessioni necessarie ai fini dell’occupazione di suolo pubblico.

In questo disegno sarebbe stato supportato da altri otto imputati.

Di questi, due sono stati condannati il 21 febbraio avendo chiesto il patteggiamento - ammettendo, così, la loro colpevolezza - ma non sconteranno la pena beneficiando dell’indulto. Si tratta di Vincenzo Zaza (ex Tenente di Polizia Municipale) e Gianfranco Michele Piccolantonio (Ufficiale di Polizia Municipale) condannati rispettivamente ad anni tre ed uno di reclusione.

La posizione di Giovanna Anna Guido (rappresentante legale istituto di Vigilanza La Securpol s.r.l.) è stata invece stralciata (in quanto il provvedimento di notifica della conclusione delle indagini era illeggibile e perciò poteva violare il diritto di difesa) e quindi sarà valutata in un procedimento distinto.

Gli altri cinque sono: Girolamo Antonio Scardigno (Forza Italia), Pasquale Mezzina (Ufficiale di Polizia Municipale), Vincenzo De Michele (ex Dirigente Settore attività Produttive – Commercio del Comune di Molfetta), Gaetano Brattoli (broker assicurativo), Vito Pazienza (militante movimento politico Popolari per Molfetta).
Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • VIVALAVERITA ha scritto il 18 giugno 2008 alle 18:35 :

    Sempre pronti a dare addosso al minimo sospetto, ma poi le scuse per aver sbagliato oppinione non arrivano mai nemmeno dai magistrati che hanno demolito uomini con le loro maldestri azioni. Pentirsi vuol dire anche chiedere scusa quando si sbaglia ma guarda caso i magistrati non lo fanno mai. Rispondi a VIVALAVERITA

  • 1nessuno100mila ha scritto il 30 maggio 2008 alle 16:36 :

    Una persona è innocente fino a sentenza definitiva,i pettegolezzi e le opinioni sono rispettabili,ma non costringeteci a leggere le vostre scaramucce.I commenti sono ai pezzi,agli articoli e non ai commenti dei commenti,lavatevi i panni sporchi tra voi con msg privati!grazie Rispondi a 1nessuno100mila

  • annjna ha scritto il 30 maggio 2008 alle 09:46 :

    Chicchinovitino primadonna e diva di molfettalive,altro che le prezzemoline!Senti prima di scrivere devi leggere l'excursus dei commenti e poi,sempre se sai comprendere il testo ti regoli di conseguenza...altro che Canalis,la starlette de noantri è qui! Rispondi a annjna

  • chicchinovitino ha scritto il 29 maggio 2008 alle 21:07 :

    Ma questa e' schizzofrenia allo stato puro ragazzi leggete e se siete bravi a capire qualcosa avvisatemi " Molfino tu come e quando rischi?Cosa hai fatto tu di concreto contro questa situazione infame in cui versa l'italia?Qui il discorso a te tanto caro O CON NOI O CONTRO DI NOI non attacca,aggiornati!Poi direi MENO MALE CHE BRAVOOO C'E'...prima di parlare aziona il cervello..." Rispondi a chicchinovitino

  • annjna ha scritto il 29 maggio 2008 alle 09:36 :

    Molfino tu come e quando rischi?Cosa hai fatto tu di concreto contro questa situazione infame in cui versa l'italia?Qui il discorso a te tanto caro O CON NOI O CONTRO DI NOI non attacca,aggiornati!Poi direi MENO MALE CHE BRAVOOO C'E'...prima di parlare aziona il cervello... Rispondi a annjna

  • medievaltotalgirl ha scritto il 29 maggio 2008 alle 09:33 :

    Io non mi permetto di sentenziare nulla,non sono nella posizione di poterlo fare,credo che in una società civile NESSUN esponente dello stato dovrebbe essere coinvolto in queste situazioni.L'italia fa schifo perchè troppe persone hanno paura e sanno solo sputare fango senza azionare il cervello! Rispondi a medievaltotalgirl

  • frank71 ha scritto il 28 maggio 2008 alle 21:13 :

    molfino tu sarai sicuramente uno di quelli che si espone.................... Rispondi a frank71

  • bravoooo ha scritto il 28 maggio 2008 alle 20:16 :

    Guarda chiccovitino l'articolo si commenta da solo!!!!non c'è bisogno nemmeno di una replica Rispondi a bravoooo

  • Coimbra ha scritto il 28 maggio 2008 alle 18:47 :

    Sui condannati fuori dal parlamento sono d'accordo anch'io che non sono nè di destra nè di sinistra ma voto per chi più mi convince in quel momento.So solo però che questo governo,nel bene o nel male,decide cercando di risolvere i problemi:ici,mutui,sicurezza,rifiuti.Ora leggo le critiche di una sinistra sterile che in 2 anni non ha fatto un tubo.Per quello ke ciriguarda,qualcuno saprebbe dirmi se Zaza e Piccolantonio sono ancora in servizio? Rispondi a Coimbra

  • voice85 ha scritto il 28 maggio 2008 alle 18:43 :

    ki l' ha dura la vince....dimostreremo la nostra innocenza.....FORZA PINO....andiamo avanti nella nostra battaglia!ne usciremo vincitori! Rispondi a voice85

  • chicchinovitino ha scritto il 28 maggio 2008 alle 18:18 :

    aspettiamo impazienti le sentenze di chiccovito, medievaltotalgirl, bravoooo ed accoliti vari Rispondi a chicchinovitino

  • molfino ha scritto il 28 maggio 2008 alle 17:47 :

    se c'e' qualcuno che deve vergognarsi sei tu e tutti quelli come te che, mai e poi mai si espongono e rischiano ed operano nella vita, e per questo alla prima occassione sfogano le loro frustrazioni scrivendo ed infangando. Alla faccia della democrazia capito annjna Rispondi a molfino

  • molfino ha scritto il 28 maggio 2008 alle 17:46 :

    Se sei un poco colta, dovresti sapere che in quest'Italia cosi da te tanto raffazzonata, tu la prima senza colpo ferire hai il diritto di scrivere ed infangare a piacimento, e non vuoi dare l'opportunita' ad altri di difendersi e di provare l'innocenza in un normale processo. Rispondi a molfino

  • molfino ha scritto il 28 maggio 2008 alle 17:45 :

    Dici di essere un po' colta, non hai brutte frequentazioni, chiedi scusa se sbagli e blablabla ma a noi chi ce lo prova ? forse te stessa. Rispondi a molfino

  • coli ha scritto il 28 maggio 2008 alle 17:43 :

    Per menenio, voglio seguire il tuo ragionamento: "Ergo, aboliamo la magistratura, tanto non avremo mai la certezza della colpevolezza che si fanno a fare i processi". Tutti liberi di fare quello che vogliamo senza regole, prevale la legge del più forte ergo Far West. Per annjna non sei cretina sei solo una persona normale merce sempre più rara negli ultimi tempi. Mala tempora...... Rispondi a coli

  • annjna ha scritto il 28 maggio 2008 alle 17:21 :

    Caro Menenio,hai ragione,ma la giustizia italiana,come saprai,non è proprio esempio di virtù...i cittadini le cose le vedono e credo che in senso lato siamo noi i giudici...ovvero dove non arriva lo Stato siamo costretti ad arrivarci noi.E' assurdo ma purtroppo è così... Rispondi a annjna

  • coli ha scritto il 28 maggio 2008 alle 16:36 :

    Completiamo l'informazione il Comune si costituisce Parte Civile al processo Amato, non si costituisce Parte Civile al processo Spadavecchia (assessore neo eletto nella giunta di Azzollini). W la coerenza, .....e si le cambiali si devono pur pagare. Rispondi a coli

  • menenio ha scritto il 28 maggio 2008 alle 15:29 :

    Tripleh...non ci vuol niente ad essere imputati, molto spesso senza essere nemmeno lontanamente colpevoli.Questo vale per questa vicenda come per quelle nazionali, e potrebbe capitare a te come q ognuno di noi, oggi stesso.E a volte non è neanche sufficiente quello che ci dirà il giudizio definitivo per poter chiamare davvero un cittadino COLPEVOLE. Rispondi a menenio

  • annjna ha scritto il 28 maggio 2008 alle 15:16 :

    Forse sono io cretina che pago le tasse,lavoro onestamente,non commetto nessun reato,non ho"brutte frequentazioni",sono un pò colta e chiedo pure scusa se sbaglio!Avessi fatto il contrario ora sarei premier...o ministro..o assessore o consigliere comunale!Fate pena vergognatevi. Rispondi a annjna

  • Tripleh ha scritto il 28 maggio 2008 alle 11:00 :

    Non credo più nella gistuzia , nel nostro Governo ci sono 75 imputati di cui 56 nel PDL tirate voi le conclusioni . Rispondi a Tripleh

  • dottorveleno ha scritto il 28 maggio 2008 alle 09:35 :

    l'Italia paese di Pulcinella.....alla faccia degli onesti (non voglio usare l'aggettivo fessi...xkè ormai largamente usato). nonostante la accuse e i processi (presunzione d'innocenza a parte) alcuni di questi personaggi ce li ritroviamo sempre tra i piedi. Mi chiedo se insegnare al figlio che avrò il valore dell'onestà o prenderò a modello tali personaggi. AIUTATEMI A CAPIRE!! Rispondi a dottorveleno