Corrieri: «gli ambulanti non sono "abusivi", hanno la licenza e pagano il suolo pubblico»

Politica
Molfetta giovedì 16 ottobre 2008
di Rosanna Buzzerio
© MolfettaLive.it
Nei giorni scorsi in alcune note diffuse il coordinatore del Liberatorio Politico, Matteo d’Ingeo, esprimeva la propria perplessità come cittadino riguardo ai tanti ambulanti presenti nelle zone centrali della città, sostenendo fossero “abusivi”.

Abbiamo cercato di fare chiarezza sull’argomento con l’assessore al ramo, Mimmo Corrieri.

Si è creata confusione sulla differenza tra ambulanti o abusivi. Se un ambulante si stabilisce fisicamente in un determinato spazio della città, occupando il marciapiede e i parcheggi comunali a pagamento, non diventa un abusivo?
Molfetta non è il “far west” del commercio ambulante, ma piuttosto una città nella quale scelte amministrative avventate che si sono sedimentate nel corso degli anni hanno condotto alla distruzione della “dorsale mercatale” che attraversava longitudinalmente la città e offriva prodotti con un ottimo rapporto prezzo/qualità.

Le Amministrazioni comunali che si sono succedute hanno eliminato tutte le piazze del centro cittadino Piazza Paradiso, Piazza San Michele, Piazza Immacolata, Piazza Mentana, Piazza Baccarini, Piazza Principe di Napoli che erano fiorenti poli mercatali sono stati sostituiti da giardini. Non che questo rappresenti in se un fatto negativo, ma ne è conseguito che il centro cittadino è stato sguarnito della sua rete commerciale ambulante e si sono quindi create le condizioni per l’inserimento dell’ambulantato “di strada”.

Il fenomeno dell’occupazione di suolo pubblico e su sede stradale e marciapiedi è stato legittimato dal Commissario prefettizio, Magnatta, nel 2006, che individuò una serie di siti nei quali è possibile esercitare tale tipo di commercio.Perché a differenza di quello che affermano i “male informati”, il commercio ambulante si può esercitare sia in forma itinerante che con uso di posteggio su di suolo pubblico (art. 28 comma 1 D. Lgs 114/98).

Fatte queste premesse si può affermare che a Molfetta non esiste il fenomeno degli “abusivi”, perché tutti sono in possesso di regolare licenza rilasciata dalla Camera di Commercio, e tutti sono autorizzati e pagano l’occupazione di suolo pubblico per lo più nei punti vendita individuati dal piano di commercio. Se occupare uno spazio su strade o marciapiedi dovesse essere di per se connotato come abusivismo, allora tutti i “mercati settimanali” d’Italia sarebbero abusivi e antigienici. Invece, non lo sono perché c’è una specifica previsione nel Piano di commercio.


Nel comunicato stampa del Liberatorio Politico che ha dato il la al dibattito è criticata l’occupazione di spazi per mezzo di ombrelloni e, talvolta, di gazebo fissi: queste licenze sono regolari?
Sì, perché sono ambulanti con uso di posteggio, così come previsto dal succitato piano del commercio, che individua in maniera specifica i posti dove sono autorizzati a vendere.

Dal punto di vista igienico - sanitario come valuta l’esposizione delle merci all’aperto? Il solo fatto di coprirle con dei teloni nelle ore notturne non potrebbe pregiudicare, a suo avviso, i prodotti?
La igienicità nella esposizione dei prodotti ortofrutticoli è garantita dal rifornimento quotidiano che gli ambulanti fanno presso i mercati generali. Per quanto riguarda il maneggio della merce occorre ricordare che gli ambulanti sono muniti, oltre che della licenza della Camera di Commercio, anche del libretto sanitario.

L’art. 20 del codice della strada ci ricorda che «l'occupazione di marciapiedi può essere consentita fino ad un massimo della metà della loro larghezza, purché in adiacenza ai fabbricati e sempre che rimanga libera una zona per la circolazione dei pedoni larga non meno di 2 m.». Stando alla legge in città diverse attività commerciali, ambulanti o meno, non sarebbero consentite…
A meno che questa zona non sia stata individuata dal piano di commercio come area urbana per insediamento di posteggi per ambulanti.

Lo scorso venerdì 10 ottobre estesi controlli della Polizia Municipale hanno portato al sanzionamento di otto ambulanti: è stata una risposta all’appello lanciato sulla stampa dal Liberatorio?
Il Piano di Commercio, già citato, prevede forme di ambulantato a posto fisso così detto “stagionale”, che per essere tale si esercita nel periodo compreso tra Marzo e Settembre, ragione per cui il 30 Settembre, per molti era la data di scadenza delle autorizzazioni ad occupare suolo pubblico. Siccome non vi è stata la cessazione dell’attività o l’eventuale rinnovo delle autorizzazioni, la Polizia Municipale, dopo le diffide ha provveduto a sanzionare gli esercenti. La Polizia Municipale ha la responsabilità di verificare che le attività siano esercitate rispettando i limiti previsti e deve sanzionare a chi non ottempera.

Durante la nostra intervista ha dichiarato che l’Amministrazione si sarebbe attivata per una revisione del piano del commercio ambulante varato dal precedente Commissario Prefettizio: in quali direttrici intendete muovervi?
Ho già avuto modo di dichiarare che l’Amministrazione comunale intende procedere alla revisione del Piano di Commercio esistente per modificare alcune scelte discutibili in esso contenute.
L’idea di fondo è quella di porre rimedio alla “desertificazione commerciale” che il centro cittadino ha subito negli anni ripristinando le condizioni per un “mercato diffuso” a servizio dei cittadini soprattutto della popolazione anziana che non può percorrere grandi distanze per approvvigionarsi dei prodotti ortofrutticoli.
Ciò sarà possibile individuando spazi e aree in varie zone della città, anche nelle zone di espansione, che si prestano all’uso commerciale, e questo senza penalizzazioni per gli operatori commerciali che si guadagnano da vivere onestamente.


L’azione della Polizia Municipale proseguirà anche verso quegli esercizi commerciali che, oltre al marciapiede, occupano la sede stradale con piante, sedie e tavolini?
Sì, si sta già proseguendo con i commercianti a posto fisso che hanno esposizione della merce fuori dai loro esercizi. Tutto ciò è nella normale e quotidiana azione che svolge la Polizia Municipale.
Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Zero50 ha scritto il 17 ottobre 2008 alle 22:44 :

    Questo VIVALAVERITA nega proprio la verità, direi che è proprio ignorante in materia; dopo lo smantellamento di Piazza Paradiso certi signori erano in galera e non potevano occupare i marciapiedi. Quindi ch'azzecca la sinistra che pure ha anche altre responsabilità per il ritorno degli zombi. Rispondi a Zero50

  • pepuccio64 ha scritto il 17 ottobre 2008 alle 20:46 :

    Per VIVALAVERITA desidero sapere ma!!! a chi ti stai riferendo? non mi dire che sei un parente stretto del Signor Corrieri? Rispondi a pepuccio64

  • VIVALAVERITA ha scritto il 17 ottobre 2008 alle 16:43 :

    Non capisco tutta questa indignazione dei cari concittadini Molfettesi. Solo ora si accorgono dei marciapiedi occupati dagli ambulanti???? Erano forse all'estero quando diversi anni fà, smantellata Piazza Paradiso iniziarono ad impossessarsi degli spazi cittadini con il beneplacito dell'allora amministrazione comunale guarda caso di Sinistra???? Prima di scrivere sciocchezze, informatevi. Rispondi a VIVALAVERITA

  • sentinel ha scritto il 17 ottobre 2008 alle 14:26 :

    carissimo assessore corrieri, vorrei tanto conoscere, quante multe hanno effettuato i vigili nei confronti degli incivili che sporcano la città compresi i commercianti e gli ambulanti che gettano nei cassonetti (quando non li lasciano per terra) rifiuti di ogni genere. Ultimamente, nella tratta di prolungamento del viale, all'altezza della scuola materna comunale, ho notato un fruttivendolo, accampato lì, che abbandonava casse, cartoni frutta e verdura andata a male vicino al cassonetto. Rispondi a sentinel

  • gm10101965 ha scritto il 17 ottobre 2008 alle 10:35 :

    CORRIERI RAPPRESENTA IN PIENO L'IMMAGINE DI QUESTA AMMINISTRAZIONE. IN CITTA' OGGI SI PUO' TUTTO ED IL TERRITORIO E' COMPLETAMENTE FUORI CONTROLLO. L'ILLEGALITA' NON E' MAI STATA COSI' DIFFUSA NEL COMMERCIO MOLFETTESE. QUEST'ANNO OLTRE ALLE BARBARICHE OCCUPAZIONI (VEDI VIA A. SALVUCCI, ORA VIA GIOVINAZZO, VIA BARI ED ALTRE) C'ERA LA NOVITA' DELL'ANGURIA FRESCA E QUINDI COSTORO AVEVANO PIAZZATO DEI FRIGORIFERI NEL BEL MEZZO DELLA STRADA. OVVIAMENTE PER CORRIERI E' TUTTO REGOLARE. Rispondi a gm10101965

  • wellcom0 ha scritto il 17 ottobre 2008 alle 08:29 :

    Il sig. Corrieri è l'espressione della politica molfettese; Senza alcuna vergogna si arrampica sugli specchi giocando sulle parole prendendoci per i fondelli. La colpa è solo nostra che lo abbiamo votato; i molfettesi dovrebbero solo avere il coraggio di ricordare queste cose alle prossime elezioni e alla stampa cittadina l'onere di riproporre allora tali interviste. Rispondi a wellcom0

  • tolla68 ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 21:44 :

    Caro Mimmo,va pure bene che questa gente deve essere aiutata a sbarcare il lunario ma devono convincersi che devono rispettare le regole che una società civile impone.Se non si convincono è dovere delle istituzioni farle rispettare in tutti i sensi (spazi, igiene, scontrini ecc...) perciò tirate fuori gli attributi(se li avete) e diamoci una mossa perchè la situazione non è più tollerabile. Rispondi a tolla68

  • Zero50 ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 20:29 :

    Fino a ieri mi vergognavo di avere come Sindaco un Senatore che con il suo intervento, apparso in rete, ha offerto una cattiva immagine della mofettesità; oggi sono indignato dalle dichiarazioni dell'assessore Corrieri che difende una categoria nota a lui, di cittadini arroganti che minacciano i vigili che si permettono di multarli per l'occupazione abusiva del suolo pubblico. Si vergogni e si dimetta!! Rispondi a Zero50

  • frash76 ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 19:26 :

    Non ho parole, e questa sarebbe la città turistica di cui tanto si parla? aaaaa ho capito cosa c'è di turistico da vedere a Molfetta.... i tanti ombrelloni sgargianti degli ambulanti, caratteristico vero?........................................CHE SCHIFO Rispondi a frash76

  • pepuccio64 ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 18:57 :

    Sig. Corrieri Ma non era meglio stare zitti e non fare questa intervista a dir poco vergognosa? si faccia un passeggiatina in via DE Candia e precisamente vicino al Panificio Redicence, veda con i suoi occhi quanto spazio occupano gli ambulanti, una intera strada non solo di casse di frutta ma, anche di Camion, furgoni, casse vuote , e mi fermo qui, questi signori quanto pagano di suolo pubblico? quanto spazio devono accupare? desideriamo una risposta con i fatti e al più presto grazie. Rispondi a pepuccio64

  • molf ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 17:51 :

    Varie offerte di lavoro tra cui McDonald'S a Molfetta: http://www.jobrapido.it/?w=&l=molfetta Non dimenticatevi del link che vi ho segnalato la settimana scorsa per il parco di Molfetta MIRAGICA. Buona fortuna. Rispondi a molf

  • tiupin ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 17:48 :

    Sig. Corrieri ci da l'impressione che non siete voi ad andare dal fruttivendolo mà??????e lui che viene da voi.Mi sembrate di avere il prosciutto agli occhi. Rispondi a tiupin

  • tiupin ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 17:37 :

    Sig, Corrieri ma lei sà cosa vuol dire marciapiede??? ho l'impressione che lei capisca marciacassette. Noi pedoni dobbiamo camminare in mezzo alla strada per dare spazio ai fruttivendoli! Si faccia una spesa in via Annunziata o altre strade simili in modo che capisca marciapiede cosa significa. Rispondi a tiupin

  • Biancorosso89 ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 17:26 :

    l'ass. corrieri avrà fegato per dire certe cose!!!!!!!!! Rispondi a Biancorosso89

  • saxarubra ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 16:33 :

    è raccapricciante entrare in città e trovare allestimenti di ambulanti arrangiati, sporchi, maleodoranti.che brutta immagine diamo a chi visita molfetta! Rispondi a saxarubra

  • nikkio92 ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 15:56 :

    Ass. Corrieri dal suo pensiero e dalle sue risposte sulla questione ambulanti traspare il modo con cui l'amministrazione affronta i problemi: supeficilità, indifferenza verso i cittadini. Non è possibile occuprare interi marciapiedi, vedi Via Bari e altri siti, occorre maggio rigore a tutela dei cittadini. Ha capito !!!!!!! Rispondi a nikkio92

  • MrPresident ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 15:42 :

    (continua) X non parlare anche del lato fiscale che è praticamente inesistente con zero scontrini: xchè io commerciante onesto devo battere tutti gli scontrini (x evitare multe) e devo pagare le relative tasse? mentre questi signori svuotano interi furgoni e camion pieni merce facendo al massimo 10 scontrini in un giorno????? Queste sono contraddizioni e ingiustizie che non riuscirò mai a capire. Rispondi a MrPresident

  • MrPresident ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 15:39 :

    (continua) quando poi questi ambulanti dalla mattina alla sera, 6 giorni su 7, si posizionano accanto o vicino ai bidoni della spazzatura????? le macchine in transito, la polvere e la sporcizia che inevitabilmente si formano sulle strade, gente che tocca tutto e tutti??? quindi gli ambulanti non hanno regole sanitarie?? io sono un commerciante e x aprire l'attività dovevo avere tutti i requisiti che ho elencato prima (anche altri), altrimenti non avrei potuto aprire. (continua) Rispondi a MrPresident

  • puni ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 15:28 :

    magari fossero semplici "ombrelloni"...sono bilocali-trilocali..è uno schifo.. Rispondi a puni

  • MrPresident ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 15:12 :

    Concordo con Piave84. Qualcuno mi sa dire xchè quando uno decide di aprire un'attività commerciale, ha bisogno di determinati e rigidi requisiti igienico-sanitari (es. bagno con antibagno; lavabo a pedale o gomito; asciugamani monouso; muri e pavimenti lavabili; adeguata areazione del locale; impianto elettrico e fognatura a norma, la merce non deve essere disposta a terra ma su pedane in legno o PVC)????? (continua) Rispondi a MrPresident

  • pinoragno ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 15:03 :

    Ha ragione l'amico Piave: sig. Corrieri(nonchè assessore!!) se proprio questi devono imbrattare le strade, che lo facciano sotto casa sua!!! Faccia allestire una bella piazzetta con i gazebo fissi metta due cessi (WC) per fare la pipì e visto che comandate la città ci faccia passare pure un'autobotte per pulire, ma li tolga da sotto casa mia!! Io oltra al puzzo, non so più dove parcheggiare la mia auto!! Rispondi a pinoragno

  • giupos ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 12:38 :

    Sig. Corrieri le ricordiamo che gli ambulanti pagano il suolo pubblico, sa solo come tali e quindi ambulanti.... ambulante vuol dire: che nn ha sede fissa... per cui i suoi "ambulanti" ce l'hanno e come la sede fissa... sempre più in basso in questa città.. no limits... Rispondi a giupos

  • degno_superstar ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 11:56 :

    Visto? si risolve tutto. Basta pagare! Il comune incassa e poi chiunque puo' fare quello che vuole. Dov'e' il problema? Rispondi a degno_superstar

  • noentiendo ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 11:48 :

    mi fa capire perchè se cammino sul marciapiede in via giovinazzo ad un certo punto devo scendere dallo stesso perche occupato dal bancone di frutta e verdura ed è quindi impossibile continuare a camminare fino al termine? attendo risposta.grazie Rispondi a noentiendo

  • coli ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 11:28 :

    Certo che l'assessore Corrieri pur di difendere l'indifendibile si arrampica sugli specchi. A prescindere da leggi da lui "interpretate" pro domo sua, è opinione generale dei cittadini molfettesi che questi ambulanti che ormai occupano in maniera fissa e non ambulante le strade con i loro gazebo che si espandono ogni giorno; sono uno scempio per la nostra città. Rispondi a coli

  • PIAVE84 ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 09:45 :

    Volevo rispondere al Sig. Corrieri: pagheranno anche il suolo ma si faccia un giro per la citta' ci sn ambulanti in ogni angolo che quasi occupano una strada intera ostruendo il passaggio per nn parlare anche della mancanza di igene e dei cattivi odori che spesso si sente passandoci e delle povere persone che ci abitano vicino costretti a sentire rumori di motorini per la luce ecc.Perchè il Sig.Corrieri nn se ne fa istallare uno sotto il balcone della sua casa? Rispondi a PIAVE84

  • Biancorosso89 ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 09:18 :

    e quello vicino a don grittani ke è situato affianco ad un incrocio pericolosissimo nn regolato da semaforo? ogni anno ci sn almeno 10 - 15 incidenti nn mortali ma ci deve scappare il morto prima ke tutto venga fuori? Rispondi a Biancorosso89

  • blondie ha scritto il 16 ottobre 2008 alle 09:16 :

    e a questo bravo signore non si può chiedere se gli sembra giusto che i pedoni non possano passare sul maciapiedi e debbano camminare in mezzo alla strada??? che schifo! Rispondi a blondie