Quelli che… aspettano

Che notte sarà l’ultima notte dell’anno?

Attualità
Molfetta mercoledì 31 dicembre 2008
di Lorenzo Pisani
© MolfettaLive.it

Quest’anno, per la prima volta, la messa della notte di Natale nella Parrocchia dell’Immacolata ha avuto inizio alle 21.30 anziché alle 23.00, come avviene nel resto del mondo.

Questo per evitare che i fedeli, sempre di meno col passare degli anni, potessero celebrare la nascita del Bambinello tra bombe carta, mortaretti e vetri rotti. Come si conviene al rione che ospita la parrocchia. Una decisione drastica ma utile (la chiesa era gremita), quella del parroco don Nicola Abbattista, presa per difendersi da quella che è sempre di più – e non solo in quella zona – un’emergenza. A riprova, l'esplosione di un ordigno avvenuta intorno alle 15 di domenica 28, ad opera di gruppo di ragazzini della zona, capace di mandare in frantumi le vetrate della chiesa.

Lo scorso anno le nostre immagini hanno testimoniato la situazione con la quale gli abitanti della zona convivono da anni. Barricati in casa o costretti a festeggiare altrove, sempre temendo il ripetersi della tremenda esplosione che nel 2005 causò seri danni ad uno stabile in Piazza Paradiso.

Che notte sarà l’ultima notte di San Silvestro 2008?

Una notte di sicuro sorvegliata. Con ordinanza n. 71868 del 16 dicembre il Comune ha predisposto il divieto di sosta lungo l'intero perimetro di Piazza Paradiso, come già avvenuto nella notte di Natale, e la rimozione da parte del personale dell’Asm dei contenitori per i rifiuti. Il compito di far rispettare le indicazioni spetterà durante l’orario di servizio agli agenti di Polizia Municipale che, in tal proposito, confidano in un più incisivo apporto dei residenti. Quel che è accaduto nella serata di lunedì, con i Vigili duramente contestati per il solo fatto di voler far rispettare il divieto di sosta in Via Purgatorio la dice lunga sul concetto di senso civico di qualcuno.

Controlli verranno effettuati anche dai Carabinieri della Compagnia di Molfetta in tutto il territorio cittadino, con maggior attenzione alle aree a rischio. Nel mirino dell’Arma tutte quelle attività connesse alla vendita dei botti illegali.

Un'azione repressiva indispensabile. A poche ore dai festeggiamenti l’eco dell'altro boato di domenica tarda, infatti, a spegnersi.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • ALEXIS ha scritto il 01 gennaio 2009 alle 00:32 :

    Piazza Paradiso: assurdo! veri e propri "ordigni" altrokè botti natalizi, non è possibile convivere con questi episodi che risultano alquanto frequenti e non solo nel periodo natalizio. come possiamo fermare questi fenomeni? l' autorità potrebbe prendere o no dei seri provvedimenti? avrebbe potuto sorvegliare questa zona almeno questa notte? voi ke dite? dobbiamo continuare a subire? un particolare riscontro lo vorrei dagli abitanti di questa zona. grazie Rispondi a ALEXIS

  • christian66 ha scritto il 31 dicembre 2008 alle 17:09 :

    Ma che vive in quella zona? Saranno tutti molfettesi? Rispondi a christian66

  • strano66 ha scritto il 31 dicembre 2008 alle 13:37 :

    I cittadini molfettesi come quelli di tutta l'italia sperano in un fine anno piu' tranquillo ed e' per questo che colgo l'occasione di fare un augurio speciale a tutte le forze dell'ordine affinche' riescano per lo meno a diminuire i pericoli. Rispondi a strano66

  • principino ha scritto il 31 dicembre 2008 alle 11:19 :

    ma cos'è un annuncio di guerra? è assurdo quello che succede nella mia città da parecchi anni trascorro le vacanze di natale al nord e per fortuna non assisto a questo scempio. leggendo queste notizie da qui mi mette una tristezza incredibile constatarle poi al mio rientro è ancora peggio quasi mi vergogno di vivere laggiù comunque buon fine anno Rispondi a principino