Un camping di nome Molfetta

Ci scrive un lettore

Attualità
Molfetta martedì 18 agosto 2009
di La Redazione
© n.c.

Rabbia, frustrazione e incredulità nella lettera giunta in redazione. A scriverci è un molfettese residente a Roma, in città per le vacanze.

Come, è possibile supporre, siano in vacanza anche gli individui oggetto della sua denuncia, che occupano con i loro accampamenti in questi giorni nientepopodimenochè il centro storico, compresa la zona degli uffici del municipio che si affaccia sul mare.

«Pareva di aver visto tutto il possibile nella corsa all'indietro che Molfetta sta facendo verso l'inciviltà e il degrado - ci scrive -. Poi sono spuntati gli "accampamenti balneari" sorti in questi giorni tra il porto e la città vecchia».

Il lettore descrive nel dettaglio questo camping in salsa molfettese: «Sulla banchina retrostante il molo principale, zona interdetta all'accesso dalla Capitaneria di Porto, sono spuntate una mezza dozzina tra gazebo e tende da campeggio a formare un piccolo campo abusivo per la villeggiatura, con tanto di barbecue e musica a tutto volume; sul molo di cala S. Andrea sono piantati ombrelloni e sistemate sdraio, e bagnanti si immergono nelle acque basse e stagnanti del porticciolo di pescatori, davanti al cartello di divieto di balneazione e sotto le finestre dell'Autorità marittima che tale divieto dovrebbe far rispettare».

A completare il quadretto un ulteriore accampamento, visibile percorrendo il lungomare Colonna, lungo il tratto che va dal retro del Municipio a Torrione Passari «con altre due grandi tende, e sdraio e bagnanti, a far da contrasto alla pietra bianca del basolato e delle facciate».

«Tutto si svolge alla luce del sole» rincara la dose. Da qui l'esortazione a Comune e Forze dell'Ordine di ripristinare lo stato dei luoghi e l'appello ai cittadini di Molfetta «nella speranza che un giorno vogliano dire basta e cominciare, ognuno per quello che può, a riprendersi la propria città e a toglierla dalla mani dei prepotenti e degli abusivi».

Gli abusivi, ancora loro. Stavolta ce lo ricordano anche da Roma.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • nic78 ha scritto il 19 agosto 2009 alle 18:08 :

    "Vivi e lascia vivere" non esiste! Ci sono regole da rispettare. Quel tuo modo di pensare è tipico di chi vuole fare le furbate a discapito degli altri. Per dire "gli ho fregati" e vantarsene. Smettiamola con questi comportamenti egoistici! Basta! Rispondi a nic78

  • tiupin ha scritto il 19 agosto 2009 alle 11:43 :

    Mà ragazzi,mi sapete dire molfetta cosa ofre per quando riguarda la spiaggia?e vi siete messi nei panni di chi non può??.La cosa importante Eeeeeee!!!!lasciare pulito,per il resto (vivi e lascia vivere. Rispondi a tiupin

  • dedalo ha scritto il 19 agosto 2009 alle 09:45 :

    Il fatto singolare di questa notizia è apprendere che per molti cari concittadini queste casi sono normali e adirittura rientrano nella tradizione. Occupazione illecita di suolo pubblico, mancanza d'igiene, cafonaggine, arroganza, sfregio del centro storico, sono tutti aspetti che secondo loro fanno parte della nostra tradizione e per questo vanno tutelati.Sono senza parole, gli altri curano il patrimonio artistico noi quello criminale Rispondi a dedalo

  • drana ha scritto il 18 agosto 2009 alle 19:27 :

    VERGOGNA! ormai tutti sono padroni di tutto e chi dovrebbe intervenire DORME. ci sono dei divieti??? c'è chi è preposto a farli rispettare??? Vergogna! WECC CE VRGOGN! Rispondi a drana

  • ilcapitanoo ha scritto il 18 agosto 2009 alle 15:57 :

    Panta00,tu hai ragione anche le altre città non se la passano bene,pero' se per te è motivo di consolazione per me no.Siccome il mondo và male io mi prendo quello che và meno peggio,se la pensassimo tutti cosi' in che mondo futuro vivranno i ns figli.Bisogno risvegliare i ns ammnistratori a vedere sempre queste cose non solo nei periodi preelettorali. Rispondi a ilcapitanoo

  • Bonafede ha scritto il 18 agosto 2009 alle 11:34 :

    ...e alla prima cala? avete visto? sembra d'essere tornati agli anni '70. Che schifo! Rispondi a Bonafede

  • lucagt ha scritto il 18 agosto 2009 alle 10:38 :

    Per quanto riguarda invece i bagnanti "abusivi", bè, vi posso assicurare che ad agosto in TUTTI i porti d'Italia c'è la gentaglia che si fa il bagno nella melma del porto. Tutta sta indignazione forse è da riservare per qualcos'altro. Dove sta il problema? sanno che l'acqua lì è sporca. Non è certo l'unica spiaggia libera. Se vogliono farsi venire un tumore sono problemi loro. Per il tipo di persone ci vorrebbe un esercito a cacciarli via. Rispondi a lucagt

  • lucagt ha scritto il 18 agosto 2009 alle 10:38 :

    Peraltro nella maggioranza dei casi si fermano solo un paio di giorni e puliscono quando se ne vanno. E poi cosa vorreste fare, far cacciare via solo quelli che deturpano il paesaggio storico e lasciare gli altri? Non funziona mica così. Dovrebbero intervenire su tutti...compresi i ragazzi che si guardano le stelle davanti ai falò...che pure ci sono dappertutto e lasciano quasi sempre un immondezzaio. Si scatenerebbe una guerra civile. Rispondi a lucagt

  • lucagt ha scritto il 18 agosto 2009 alle 10:38 :

    "frustrazione e incredulità" mi sembrano sensazioni un pò forti. Evidentemente l'ex cittadino della lettera è stato troppo tempo a roma e si è dimenticato che i molfettesi vanno in brodo di giuggiole per il campeggio estivo fai da te. E allora? Ci sono abitudini ben più malsane moralmente giustificate in quanto "tradizioni". Basti pensare all'8 settembre. Queste tende ci sono tutti gli anni e continueranno a esserci sempre. Rispondi a lucagt

  • dedalo ha scritto il 18 agosto 2009 alle 10:14 :

    L'illegalita' ormai e' la regola in questa citta'.Quando le forze dellìordine e quelle di governo si sveglieranno ormai sarà troppo tardi.Ma la Guardia costiera, la benemerita, i vigili urbani cosa fanno?E' possibile che non controllano per niente il territorio?Sono illegalità grossolane che ti fanno pensare.Booooooh Rispondi a dedalo

  • panta00 ha scritto il 18 agosto 2009 alle 10:12 :

    Siamo la barzelletta tragicomica della puglia???? Ma ragazzi avete visto che merda c'è in altri paesi pugliesi? Ma daiiiiiii sempre contro Molfetta, sempre a giudicare, che poi generalmente chi giudica opera male! E che cappero..... Rispondi a panta00

  • Mike_79 ha scritto il 18 agosto 2009 alle 10:02 :

    Ormai siamo la "barzelletta tragicomica" della Puglia. E chi di dovere non se ne rende conto. Rispondi a Mike_79