Da questa sera spalanca le porte in via Cairoli, 74 la nuova pizzeria e antipasteria

Verde Basilico, la fresca novità dell'estate

Parola d'ordine: qualità. Dalla pizza al beverage, passando per un sistema di ventilazione meccanica controllata

Contenuti Suggeriti
Molfetta mercoledì 02 giugno 2021
di Angelo Ciocia
Pizzeria Antipasteria Verde Basilico
Pizzeria Antipasteria Verde Basilico © MolfettaLive.it

Spalanca le porte al pubblico, quest’oggi, l’accogliente pizzeria e antipasteria Verde Basilico. Dopo l’inaugurazione di ieri sera, in forma ristretta e privata per le norme anticovid, che ha visto la presenza del consigliere regionale Saverio Tammacco, dell'assessore al Commercio Gabriella Azzollini e del sacerdote don Silvio Bruno, il giovane team di Verde Basilico è pronto ad accogliere giovani e famiglie nella centralissima via Cairoli, 74.

“L’idea di un locale tutto mio nasce dopo tanti anni nel settore della ristorazione – sono le parole di Domenico Papagni, titolare della nuova pizzeria assieme a suo fratello Francesco – Adesso è arrivato il momento di metterci in gioco in una sfida tutta nostra. Ce la metteremo tutta per fare bene. Ci aspettiamo che la gente sia soddisfatta di noi e anche noi cerchiamo soddisfazioni personali”.

Domenico è uno stimato pizzaiolo, noto in città, e si occuperà a 360 gradi del mondo food del nuovo locale, dalla pizzeria alla cucina. Francesco, invece, sarà il braccio operativo in sala e nella gestione del personale.

“Verde Basilico? Non c’è un vero perché sul nome. L’arredamento, gli allestimenti del locale sono tenui, con un verde che ispira tranquillità. Poi c’è il basilico, alimento non sempre considerato, ma connubio perfetto su una buona pizza” raccontano i fratelli Papagni.

Sarà proprio la pizza, accompagnata ad un’attenta selezione del beverage il valore aggiunto di Verde Basilico. “Fare pizze diverse dallo standard che c’è in giro sarà la nostra nicchia, aggiunta ad un’antipasteria di qualità e a birre artigianali salentine opportunamente selezionate per offrire al cliente un’esperienza sensoriale e gustosa di livello”, è l’obiettivo del giovane team di Verde Basilico.

Un’apertura dopo mesi difficili. E il verde, in fondo, è anche il colore della speranza. “Aprire in questo periodo non è un errore, ma un’opportunità. Se pensassimo che il covid fosse la fine di tutto, allora non avremmo dovuto intraprendere questa sfida – raccontano – Noi crediamo che dopo questo periodo la gente abbia bisogno di un posto sicuro dove sedersi, in tutta tranquillità, e gustare del buon cibo”.

Una tranquillità su cui ha investito Verde Basilico. “Dal primo luglio apriremo l'altra sala con ulteriori posti a sedere, tutti rigorosamente distanziati, per offrire al cliente la percezione di essere in un luogo sicuro – le parole dei fratelli Papagni – Abbiamo investito sulla qualità ambientale del locale: è inserito, all’interno del locale, un sistema di ventilazione meccanica controllata, al fine di garantire dovuto ricambio di aria con il controllo di CO2. Un sistema, con certificazione Beghelli, che assicura l’abbattimento di virus e batteri fino al 99%”

Dopo mesi di progettazione, studio del locale, il sogno si realizza. Verde Basilico apre le proprie porte. “Mettermi dietro il bancone, per me, è diventata una normalità – assicura Domenico Papagni – Siamo determinati a fare bene, siamo emozionati, ma la voglia di partire e vincere questa sfida è tanta. Ci siamo riscaldati fino ad ora per arrivare pronti a questo momento: adesso tocca al forno riscaldarsi e deliziare i nostri clienti”.

Il colore della speranza, il colore della tranquillità, incontra il gusto e il profumo del basilico, vera esaltazione di una buona pizza. Con questi valori nasce Verde Basilico, da oggi molto più di un sogno di due fratelli innamorati del mondo della ristorazione.

Lascia il tuo commento
commenti