Il delitto avvenne il 7 luglio 2019: Farinola sparò tre colpi di pistola a Parisi, al culmine di una lite, all'esterno del bar Meeting

Omicidio Parisi, ottenuta la premeditazione del gesto: 22 anni a Farinola

Sergio Farinola dovrà scontare i 22 anni per i reati di omicidio volontario, detenzione e porto illegale di arma da fuoco

Cronaca
Molfetta venerdì 19 febbraio 2021
di La Redazione
Aula di Tribunale
Aula di Tribunale © n.c.

Riconosciuta la premeditazione nell'omicidio di Corrado Parisi, 47enne assassinato il pomeriggio di domenica 7 luglio 2019. Sergio Farinola, 45enne molfettese accusato del delitto, è stato condannato quest'oggi, dai giudici della Corte d'Assiste del Tribunale di Trani, a 22 anni di reclusione, sebbene è detenuto ai domiciliari per motivi di salute.

Inizialmente era stata chiesta una condanna di 25 anni e che fosse riconosciuta la premeditazione del gesto delittuoso. Sergio Farinola dovrà scontare i 22 anni per i reati di omicidio volontario, detenzione e porto illegale di arma da fuoco. 

Nel corso dell'udienza è stata concessa la costituzione della parte civile dei familiari della vittima: alla famiglia Parisi spetterà una provvisione, immediatamente esecutiva. 

Nella ricostruzione dei fatti, stando alle indagini dei Carabinieri, intervenuti sul luogo del delitto, Farinola si sarebbe fatto giustizia da solo al termine di una lite, all'esterno del bar Meeting, sparando tre colpi di pistola al torace di Parisi, morto poco dopo al Don Tonino Bello di Molfetta. Successivamente, Farinola, accompagnato dai suoi legali, si costituì ai Carabinieri di Molfetta, confessando il delitto.
 

Lascia il tuo commento
commenti