L’assessore Pietro Mastropasqua: “Un atto deprecabile”

Aggredito un agente di polizia locale durante un controllo anticovid

L’episodio in serata in piazza Vittorio Emanuele

Cronaca
Molfetta giovedì 29 aprile 2021
di La Redazione
Controlli della polizia locale in piazza Vittorio Emanuele
Controlli della polizia locale in piazza Vittorio Emanuele © Molfettalive.it

Tensione in piazza Vittorio Emanuele, dove intorno alle 20 un esponente della polizia locale è stato aggredito nel corso di una serie di controlli per violazione delle norme anti covid e finalizzati al controllo del territorio.
In particolare, allertati per via di un assembramento incontrollato in zona, gli agenti, guidati dalla Commissaria Adele Minonne, sono intervenuti per applicare le sanzioni del caso. 
Nel corso dell’intervento però uno di loro è stato aggredito con un pugno sul volto e anche altri sarebbero rimasti coinvolti nella colluttazione.
Sul posto anche i carabinieri, che in questi minuti sono in azione per individuare e arrestare l’autore del gesto.
Gli agenti, condotti in ospedale, non sono in gravi condizioni. “Si tratta di un gesto deprecabile - afferma Pietro Mastropasqua, assessore alla Polizia locale, accorso in ospedale per verificare personalmente le condizioni degli uomini - e confidiamo nel fatto che l’identificazione del responsabile avvenga quanto prima. Assieme a tutta l’amministrazione, colgo l’occasione per ringraziare la polizia locale, guidata dal comandante Aloia, i carabinieri e la guardia di finanza, per il lavoro che quotidianamente stanno mettendo in atto. Non è un lavoro semplice e questi fatti lo dimostrano. Mai come oggi intendo esprimere la mia vicinanza agli agenti, ringraziandoli per quanto fanno ogni giorno. Già venerdì scorso la polizia locale e i carabinieri erano intervenuti sempre nella stessa piazza per disperdere i soliti assembramenti. Il rispetto delle regole è fondamentale. Sempre e oggi più che mai”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Sergio scardigno ha scritto il 01 maggio 2021 alle 04:27 :

    Purtroppo quella piazza è diventata da molto tempo il punto di incontro di molti ragazzi particolari, ragazzi del posto e altri provenienti da Terlizzi e Rovo. L'assenza di vigilanza nel tempo ha creato seri problemi, non voglio attribuire la colpa a nessuno anche perché il territorio è vasto, gli agenti sono pochi e la vigilanza avviene fino ad una determinata e limitata ora. Ho assistito a scene raccapriccianti sul pullman che parte alle ore 21,10 e se non prendono seri provvedimenti la situazione diventerà ancor più preoccupante. Rispondi a Sergio scardigno

  • D’aniello ha scritto il 30 aprile 2021 alle 16:07 :

    Da oggi in poi posterò foto con tutti gli assembramenti che si creano su varie zone della città con vigili che passano e si disinteressano di tutto...manca professionalità rispetto e c’è molta presunzione da parte sei vigili Rispondi a D’aniello

  • Salvatore ha scritto il 30 aprile 2021 alle 09:28 :

    L'augurio è ,se lo trovano, di sbatterlo dentro per 1 anno.....(anche se la giustizia non funziona) Rispondi a Salvatore

  • Gianni d’Elia ha scritto il 29 aprile 2021 alle 21:33 :

    Totale vicinanza e solidarietà per i colleghi lavoratori aggrediti questa sera. Ritengo necessario un coordinamento tra le forze di polizia operanti sul territorio per un fattivo ed efficace controllo per il rispetto delle regole a cui ancora non siamo abituati. Gianni d’Elia presidente della RSU comunale. Rispondi a Gianni d’Elia

  • Angelo Ruggiero ha scritto il 29 aprile 2021 alle 20:15 :

    Esprimo tutta la mia solidarietà a tutti, alla polizia locale, carabinieri, guardia di finanza per il loro lavoro svolto sempre con professionalità tutti i giorni, una buona guarigione per questi agenti, e spero che possono tornare presto tra noi. Rispondi a Angelo Ruggiero

  • A T ha scritto il 29 aprile 2021 alle 19:57 :

    Ho vissuto a Bergamo per anni e la polizia municipale è un vero corpo di Polizia armata con srrvizio H 24. In un comune come il nostro non ha senso aumentare il numero dei vigili disarmati. La malavita locale ringrazia Rispondi a A T