Amianto a cielo aperto tra Giovinazzo e Molfetta

Un cumulo di lastre in eternit abbandonato sul bordo della strada vicinale le Carrare è stato scoperto ieri dalle locali Guardie Campestri di Giovinazzo e Molfetta

Cronaca
Molfetta giovedì 02 giugno 2011
di La Redazione
© GiovinazzoLive.it
In pratica una discarica a cielo aperto colma di pericolosissime lastre in eternit (nella foto), utilizzate, molto probabilmente, nella costruzione edilizia.

È quella scoperta stamane, su segnalazione di numerosi agricoltori della zona, dalle locali Guardie Campestri e dai Vigili Campestri della vicina città adriatica lungo la strada vicinale le Carrare, in quel di Molfetta, al confine con il territorio di Giovinazzo.

Gli agenti giovinazzesi e molfettesi, giunti sul posto, hanno potuto verificato quanto era stato segnalato: numerose lastre in fibrocemento, infatti, sono state abbandonate (forse nel corso della notte appena trascorsa) proprio sul ciglio della via rurale, a pochissimi metri dai numerosi uliveti che contraddistinguono in modo predominante il paesaggio.

Insomma una vergogna a cielo aperto per la quale le Guardie Campestri di Giovinazzo e Molfetta hanno immediatamente informato le autorità preposte, che, come da prassi, avvieranno un'indagine per risalire a chi ha abbandonato il materiale cancerogeno.

«Le polveri di amianto, infatti, se inalate - ricordano gli agenti - possono provocare l'asbestosi alla quale possono associarsi tumori delle pleure, ovvero il mesotelioma della pleura, e dei bronchi».

I corpi giovinazzesi e molfettesi, all'unisono, ricordano ai cittadini che «scaricare rifiuti senza autorizzazione è un reato penale» e invitano a «denunciare le persone che, lontano dai centri abitati e soprattutto nelle ore notturne, lo fanno senza permesso».
Lascia il tuo commento
commenti