Speciale Elezioni

Speciale Elezioni 2020

Le News
La sede in via Bovio 55

Inaugurato il comitato elettorale del partito Fratelli d’Italia

“Molfetta si è svegliata, si è resa conto di essere sempre stata di destra” le parole del coordinatore provinciale di Fdi

Politica
Molfetta sabato 12 settembre 2020
di Alessia Sciancalepore
Il comitato elettorale di Fratelli d'Italia
Il comitato elettorale di Fratelli d'Italia © MolfettaLive.it

"La prospettiva è quella di un partito vivo, solido e attivo nell'ambito di un rinnovato centro destra; possiamo guardare con positività alle prossime elezioni".

Queste le parole con cui il coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia, Filippo Melchiorre, si è espresso in occasione dell'inaugurazione del comitato elettorale del partito, sito in via Bovio 55.

La scelta di inaugurare il comitato di quartiere soltanto agli sgoccioli della campagna elettorale viene motivata da Giovanni Porta, coordinatore cittadino del partito Fratelli d'Italia. "Per il centro destra non è stato un percorso facile - sentenzia Porta - il partito sembrava non ricevere consensi. Ma ora Molfetta si è svegliata e si è resa conto di essere da sempre di destra. C'è un'aria diversa rispetto a 5 anni fa. Combattendo l'astensionismo possiamo vincere la partita".

Ecco che, a poco più di una settimana dal voto per le elezioni regionali, il centro destra molfettese si dice coeso e sicuro dei risultati da poter portare a casa.

"Le nostre liste sono state stilate all'insegna della riconoscibilità e della tracciabilità dei candidati - prosegue il coordinatore provinciale Melchiorre - sono figure qualificate, non raccogliticci come per il fronte opposto, in cui ci sono ben 4 candiadti sul territorio a fronte di una nostra unica proposta: Fitto".

Ribadita, ancora una volta, l'importanza del voto, affinchè ciascuno possa esprimere liberamente il proprio parere politico, in corso di dibattito è stato posto il focus su quella che potrebbe essere la direzione del partito in termini di interventi concreti sul territorio.

"Spesso ci siamo lamentati della sanità che non funziona - illustra Melchiorre - o dell'agricoltura che stenta molto fruttare il proprio potenziale, o del settore dei trasporti che risulta particolarmente arretrato. Bene, questo è il momento per decidere le sorti e la qualità della vita di Molfetta. È evidente che gli ambiti della vita pubblica, a livello regionale, siano mal organizzati: la gestione degli ultimi anni la dice lunga".

A chiusura dell'incontro, Adele Claudio, avvocato e personalità politica di grande esperienza in città e non solo, è stata insignita di una targa di riconoscimento per la delegazione di responsabile regionale del dipartimento di giustizia del partito.

Lascia il tuo commento
commenti
Altri contenuti