Tutte le iniziative saranno trasmesse in streaming

Tre appuntamenti per la Shoah. Molfetta celebra la Giornata della memoria

Il programma si svilupperà tra martedì 26 e giovedì 28

Spettacolo
Molfetta venerdì 22 gennaio 2021
di La Redazione
Shoah
Shoah © n.c.

Tre appuntamenti per non dimenticare. Per parlare ai bambini, ai giovani e agli adulti, della Shoah. Perché l'orrore del genocidio nazista non finisca nell’oblio. L'iniziativa è promossa dall'Assessorato alla Cultura in occasione della Giornata della Memoria. Si svilupperà da martedì 26 gennaio a giovedì 28 gennaio.

«E' importante parlare della Shoah anche ai bambini e ai giovanissimi, perché nessuno possa dimenticare. Anche in quest’anno così particolare - il commento dell'Assessore Sara Allegretta - abbiamo puntato su appuntamenti di alto valore educativo per consentire ad una platea quanto più vasta possibile, di poter assistere, sia pure in streaming, a rappresentazioni che raccontano di una pagina drammatica della nostra storia. È importante che la Giornata della Memoria non sia solo un momento per rivolgere lo sguardo ad un passato tanto atroce, quanto un’opportunità collettiva per riflettere sui temi della discriminazione, dell’odio e della sopraffazione».

Ad aprire il ciclo di iniziative sarà il Teatremitage con DOS LID, Canto del popolo ebraico massacrato, reading tratto dal poema di Yitzhak Katzenelson, morto nel campo di concentramento di Auschwitz, con la voce recitante di Vito d’Ingeo, musica in scena di Eugenio Tattoli. La rappresentazione, rivolta agli studenti degli Istituti Superiori, sarà proposta il 26, il 27 e il 28 gennaio, cui seguirà un approfondimento sui temi affrontati che vedrà la partecipazione oltre che di d'Ingeo che ha curato la drammaturgia, anche del professor Pasquale Gallo, docente universitario e studioso della Shoah in Puglia.

Martedì 27 gennaio l’A.N.P.I., sezione di Molfetta, propone un reading, per gli studenti delle scuole superiori, curato dalla professoressa Chiara Paparella su testi di Etty Hillesum, vittima dell’Olocausto, con la partecipazione degli attori Corrado La Grasta e Francesco Tammacco e musiche yiddish proposte da Pantaleo Annese ed interpretate da Gabriella Altomare. L’iniziativa sarà riproposta in serata sulla pagina facebook dell’A.N.P.I., aperta a tutti.

Sempre martedì 27 il Teatro dei Cipis propone agli alunni delle quinte classi delle scuole primarie di Molfetta "Senza nome", di e con Giulia Petruzzella, per la regia di Corrado La Grasta. Scenotecnica di Gabriele Lucanie. Non si tratta di un monologo, perché l'attrice è in stretto contatto con il pubblico e lo coinvolge. E’ una forma di Teatro-conferenza. E’ la rievocazione di fatti, ricordi, testimonianze, citazioni e frammenti di vita quotidiana a misura di bambino per ricordare a tutti che la Shoah non è una questione che riguarda solo gli ebrei, ma riguarda tutti.

Tutte le iniziative saranno trasmesse in streaming.

Lascia il tuo commento
commenti