Il festival Anima Mea

Il cinema della memoria incontra la musica contemporanea

Oggi al Teatro Petruzzelli l’orchestra giovanile Keep in Touch e le immagini di "Pasta Nera" di Alessandro Piva

Spettacolo
Molfetta sabato 03 novembre 2018
di La Redazione
Alessandro Piva
Alessandro Piva © n.c.

Il cinema della memoria di Alessandro Piva incontra nel Teatro Petruzzelli di Bari la musica contemporanea di Antonio Giacometti. Protagonista l’orchestra giovanile Keep in Touch composta da 350 studenti pugliesi coordinati e diretti da Vincenzo Mastropirro nel progetto Happiness Trains, la cui presentazione è in programma nel pomeriggio di oggi alle 18 per il festival Anima Mea diretto da Gioacchino De Padova nella Rete di musica d’arte Orfeo Futuro, che realizza il concerto in collaborazione con la Città metropolitana di Bari.

Happiness Trains richiama alla memoria i Treni della Felicità, convogli sui quali nell’immediato dopoguerra, tra il 1947 e il 1952, viaggiarono dal Sud verso il Nord circa 100mila bambini meridionali, molti dei quali pugliesi, affamati dal conflitto. L’Italia era devastata. E nel clima di collaborazione tra le forze antifasciste per la ricostruzione, migliaia di lavoratori dell’Alta Italia aprirono le loro case ai bambini provenienti dalle zone più colpite e di più antica miseria del Sud Italia, per uno dei migliori esempi di solidarietà del nostro paese che, nel 2011, Alessandro Piva ha raccontato nel documentario Pasta Nera, candidato ai David di Donatello.

Il regista de Lacapagira ha realizzato un ulteriore video per Happiness Trains, la composizione commissionata da Anima Mea a Giacometti e ispirata proprio ai Treni della Felicità partendo da un testo inedito di Nadia Cavalera. Musica che nel Petruzzelli farà da colonna sonora al lavoro di Piva, in un gioco di rimandi sonori e visuali carico di suggestioni, per una riflessione - tra vecchia e nuova immigrazione - sulla solidarietà dell’Italia di ieri e la sordità dell’Italia di oggi. La musica di Giacometti verrà eseguita dal vivo, in sincrono con le immagini mute proiettate sullo schermo, dall’Orchestra Keep in Touch, formazione che in totale riunisce 350 giovani musicisti delle Scuole Medie pugliesi ad Indirizzo musicale.

Il progetto, che vede insieme i complessi degli Istituti Riccardo Monterisi di Bisceglie, Ettore Fieramosca di Barletta, Scardigno-Savio di Molfetta e Massari-Galilei di Bari, è coordinato dal direttore d’orchestra Vincenzo Mastropirro con la preziosa collaborazione dei docenti di strumenti e dei dirigenti degli istituti coinvolti. Il programma, nell’esecuzione del quale l’orchestra si scomporrà in quattro diverse formazioni chiamate ad alternarsi sul palco del Petruzzelli, prevede anche musiche di Bernstein, Rossini, Piazzolla, Rota, Morricone e dello stesso Mastropirro. Saranno 120 gli elementi della compagine che in apertura di serata eseguirà Happiness Trains, non solo ricordo dei Treni della Felicità ma anche omaggio a Different Trains di Steve Reich. Il compositore americano, durante la Seconda Guerra Mondiale, percorreva spesso in treno la linea fra New York e Los Angeles per visitare i genitori separati. Anni dopo scrisseDifferent Trains, pensando che, in quanto ebreo, se fosse vissuto in Europa avrebbe probabilmente viaggiato su treni diversi, quelli che portarono milioni di persone verso l’Olocausto.

Informazioni al numero 347 4564594 e sul sito web www.animamea.it

Lascia il tuo commento
commenti