La compagnia molfettese farà tappa prima a Corato, venerdì 10 maggio e poi a Bitonto

Teatro Pubblico Pugliese: torna in scena 'La Festa d’Ognissanti'

Uno spettacolo prodotto dall’associazione molfettese e vincitore del festival “I Tetri del Sacro” 2017

Spettacolo
Molfetta mercoledì 08 maggio 2019
di La Redazione
“La Festa d’Ognissanti”
“La Festa d’Ognissanti” © n.c.

Chi sono per noi i Santi? Cosa rappresentano oggi? Cosa sappiamo delle loro storie? Sono queste le domande a cui si propone di dare una risposta “La Festa d’Ognissanti”, spettacolo prodotto dall’associazione "Malalingua" e vincitore del Festival I Tetri del Sacro” 2017. L’originale pièce teatrale torna a calcare i palcoscenici della Puglia nell’ambito di due stagioni teatrali a cura del Teatro Pubblico Pugliese.

La compagnia molfettese farà tappa prima a Corato, venerdì 10 maggio, presso il Teatro Comunale, sito in Piazza Marconi, con apertura del sipario alle 21. La sera successiva, sabato 11 maggio, lo spettacolo, allo stesso orario, chiuderà, invece, la stagione teatrale bitontina presso il Chiostro della Cattedrale di Bitonto con una data ad ingresso gratuito per il pubblico.

Il lavoro teatrale proposto mette in scena un testo scritto da Marco Grossi, che ne firma anche la regia, e si avvale di una colonna sonora a cura dell’associazione Bassa Musica, Città di Molfetta. Suggestiva la scenografia a far da sfondo alla messinscena bitontina che, dopo la tappa coratina, vedrà esibirsi, tra il sacro e il profano, Marianna De Pinto, Antonella Civale, Enzo Toma, Giuseppe Pestillo, Luca Avaliano e lo stesso Grossi.

Indossando le vesti dei Santi più venerati, irromperanno sulla scena a bordo del loro carrozzone agghindato di luminarie, accompagnati dal suono di una fanfara. Nell’atmosfera tipica di una festa paesana, annunciati da un improbabile banditore, giungeranno dinnanzi al pubblico per rievocare il loro ricordo, che appare purtroppo sbiadito nella società contemporanea.

Lo spettatore, attraverso le loro storie, scoprirà che i Santi sono esseri umani e, come tali, vittime di paure e contraddizioni, ma pur sempre divenuti, a seguito di un intenso travaglio spirituale, modelli da conoscere e seguire. Saranno loro stessi, in prima persona, a raccontare con ironia le loro vite, ciascuno ospitato in una diversa postazione e sarà il pubblico che, di volta in volta, deciderà presso quale luogo deputato recarsi e quale storia ascoltare. Avrà luogo, quindi, fra le testimonianze tangibili di un’epoca passata, uno spettacolo itinerante ed interattivo.

L’Associazione Culturale "Malalingua" nasce a Roma, dove ha gestito il teatro del villino Corsini presso la Casa dei Teatri dal 2013 al 2015. A partire dal 2011, l’attività dell’associazione si sdoppia con l’apertura di una sede pugliese a Molfetta. L’associazione è attiva nell’organizzazione delle due stagioni dalla rassegna teatrale “Storie da me - Autori in scena” e le quattro stagioni della rassegna “Altrove” presso la città di Molfetta. Nel marzo 2017 Malalingua ha aperto a Molfetta la sua nuova sede “Pro Loco Babilonia”: un nuovo spazio teatrale e un contenitore culturale a favore del territorio, delle eccellenze e degli artisti, uno spazio per riunirsi, confrontarsi e incontrarsi.

La Festa d’ Ognissanti è inserito all’interno delle stagioni teatrali curate dal Teatro Pubblico Pugliese per i due comuni pugliesi di Corato e Bitonto. Per maggiori informazioni sullo spettacolo è possibile contattare il botteghino del “Teatro T. Traetta” di Bitonto al numero 080.3742636, nonché il botteghino del Teatro Comunale di Corato allo 080.9592281.

Lascia il tuo commento
commenti