L'intervista

Estrelas, Samuele De Pietri si presenta: "Qui per vincere"

Le prime parole in biancorosso del neoacquisto

Altri Sport
Molfetta martedì 12 febbraio 2019
di Antonio Aiello
Samuele De Pietri
Samuele De Pietri © n.c.

“Spero di dare una grossa mano ai ragazzi a realizzare il sogno e aiutare la dirigenza a portare questa squadra A2. Qui ci sono tutti i presupposti per chiudere la stagione alla grande”.

Sono state queste le prime parole di Samuele De Pietri, al suo arrivo a Molfetta. Tra il bomber e i colori biancorossi dell’Estrelas Molfetta, capolista imbattuta del girone E della serie B, è scattato subito il feeling, suggellato con un goal nella partita d’esordio contro il Salerno.

Appena giunto a Molfetta, il bomber emiliano, ha svolto subito la seduta di allenamento, ha conosciuto i suoi compagni integrandosi nella squadra ed è subito andato in gol nella sua prima apparizione con i colori biancorossi. “Sono ragazzi che conosco da anni. - ha aggiunto il 37 enne - Ho avuto modo di giocarci contro molte volte. C’è già del feeling perché è gente che ha giocato a certi livelli. Quindi mi trovo molto bene”,

Inizia con una vittoria l’ennesima avventura della sua carriera. Una carriera piena di sfide vinte, tre promozioni tra Correggio, Scandiano e Vercelli. Promozioni conquistate grazie ai suoi gol a raffica, che gli hanno permesso di essere premiato, a Correggio nell’anno della promozione in serie A1, “la stecca d’oro” come migliore cannoniere del torneo di A2.

“È stata una chiamata di Pino Marzella – così dopo che gli chiediamo perché abbia scelto Molfetta e la serie B – Mi ha proposto di venire a Molfetta per realizzare qualcosa di importante. Dal momento che mi piacciono le sfide ho preso l’occasione al volo. Nel mondo dell’hockey – continua il bomber - lo si fa per sfide personali. Vedendo quello che stanno costruendo il presidente e tutti i suoi collaboratori per portare una realtà come Molfetta in A2, sono venuto qua e provo a dare una mano ai ragazzi che si stanno impegnando da tanti mesi per raggiungere il loro sogno.”

Il campionato di serie B sembra non aver storia per il dominio dell’Estrelas ma, la promozione, passerà attraverso la lotteria dei play-off: “Sono delle competizioni importanti e si deve arrivare pronti, più che altro mentalmente, perché non puoi sbagliare un evento così importante. Sono un po' come le finali di coppa Italia. Bisogna arrivare lì, sappiamo che tutti ci aspettano, ne stanno parlando un po' in tutta l’Italia di questo Molfetta. Saranno tutti lì a dar battaglia. Contro qualsiasi squadra sarà una finale.”

“Esperienza, voglia di fare, grinta, sperò gol, sperando di aiutarli in tutto. – con umiltà Samuele De Pietri mette tutto questo a disposizione della squadra - Cosa posso dare in più? I ragazzi sono tutti giocatori che hanno fatto molta esperienza, voglio darli un po' di tranquillità. Qualche rifinitura in più in fase di realizzazione. Comunque ci sono Marzella, D’Agostino, Sinisi che sono tutti giocatori con un passato importante. So che nei play-off può succedere di tutto, un infortunio, un cartellino, c’è bisogno di tante soluzioni.”

Come è stato il primo impatto con la città: “Un ottimo impatto, gente bellissima. La città l’ho girato un po',è molto bella”

Cosa si aspetta dai tifosi nella prossima gara casalinga: “Mi aspetto molto pubblico. La squadra se lo merita e vuol fare una cosa importante: Arrivare ai play-off e provarli a vincere per salire. Quindi è giusto che ci sia seguito al Palazzetto, se lo meritano.”

Un lavoro di squadra e di sinergie, per assicurarsi Samuele De Pietri, è stato quello svolto tra i due massimi dirigenti Diana Maurantonio e Anna La Ghezza e il direttore sportivo Massimo Napoli, vista la concorrenza agguerrita da parte di altre società per assicurarsi il bomber. Ma alla fine sono riusciti con tenacia a regalare agli appassionati molfettesi un giocatore di livello.

Lascia il tuo commento
commenti