Quasi certamente chiusa la rosa che affronterà la Serie B: si tratta di un team "Made in Italy"

Salvatore Dibenedetto e la Sefa Molfetta ancora insieme

Classe 2000, dopo aver messo a segno numerosi reti in Serie C con l'Eraclio Barletta, ritorna in maglia biancorossa il barlettano, considerato uno dei talenti cristallini del futsal pugliese

Altri Sport
Molfetta martedì 20 agosto 2019
di La Redazione
Salvatore Dibenedetto
Salvatore Dibenedetto © n.c.

La Sefa Molfetta conclude la costruzione del roster 2019/2020,il quale affronterà per il secondo anno consecutivo la serie B, affidando a mister Rutigliani nuovamente il gioellinoed uno tra i più promettenti in terra pugliese: Salvatore Dibenedetto.

“Il made in Italy” progettato dal presidente e dall’intera dirigenza biancorossa riporta il classe 2000, dopo l’esperienza dello scorso anno con l’Eraclio Barletta (serie C1), del talentuoso laterale offensivo. Dibendetto ritorna dopo la positiva esperienza in terra barlettana viste le innumerevoli rete messe a segno con l’under 19, l’ennesima dimostrazione delle sue qualità anche per la partecipazione a suon di goal al torneo delle regioni e dopo aver vinto con la prima squadra il campionato e la Coppa Italia (Puglia).

Salvatore, garantirà sicuramente qualità per l’under 19 ma l’obiettivo sarà quello di essere anche una pedina importante per lo scacchiere della prima squadra del timoniere mister Giuseppe Rutigliani.

”Sono contento di proseguire il mio percorso di crescita con la maglia delle Aquile Molfetta - ammette subito Dibenedetto - La società ha costruito un roster importante e di tutti italiani dotati sicuramente di grandissima esperienza –continua il talento biancorosso- Cercherò di imparare tanto da loro con impegno e l’obiettivo sarà quello di affermarmi anche in prima squadra dimostrando le mie qualità con determinazione e con la giusta umiltà. Non vedo l’ora di ricominciare!”

Lascia il tuo commento
commenti