La Pavimaro saluta il suo storico capitano

Andrea Maggi dice addio al basket giocato

Le parole del presidente Solimini "grazie per averci rappresentato in campo esattamente come noi siamo fuori dal campo"

Basket
Molfetta mercoledì 12 agosto 2020
di La Redazione
L'addio di Andrea Maggi
L'addio di Andrea Maggi © Pallacanestro Molfetta

‹‹E’ un giorno che speravo arrivasse il più tardi possibile, ma il "tardi” è oggi››.
Queste le parole del Presidente Nicola Solimini, condivise da tutta la società della Pavimaro Pallacanestro Molfetta, per omaggiare il capitano Andrea Maggi che negli scorsi giorni ha annunciato l’addio al basket giocato.

‹‹Grazie per aver creduto in noi quando non eravamo nessuno - prosegue commosso Solimini - Grazie per averci aiutato ad arrivare dove meritiamo di stare; grazie per aver lottato su ogni pallone e in ogni partita come fosse la tua prima volta; grazie per averci rappresentato in campo esattamente come noi siamo fuori dal campo; grazie da tutti i tifosi molfettesi per aver onorato al meglio i colori biancorossi››.

Andrea Maggi, arrivato a Molfetta giovanissimo e ormai considerato molfettese d’adozione, ha sposato il progetto della Pallacanestro Molfetta cinque anni fa’, guidando la formazione biancorossa in pochi anni dalla serie D al terzo campionato nazionale.
Capitano, uomo esemplare, leader silenzioso ma in grado di farsi sentire nei momenti di difficoltà, Andrea ha sempre saputo farsi apprezzare per la sua sportività e correttezza dentro e fuori dal campo.
Nelle menti di tutti i tifosi molfettesi rimarranno a lungo le sue prodezze sul parquet del Pala Poli.

Ma nulla è più pregnante delle parole dello stesso Maggi che, non a cuor leggero, si rivolge a tutti i sostenitori molfettesi.
‹‹E’ stata una scelta molto difficile - afferma l'ex capitano - che non avrei mai voluto fare in vita mia. Ho sempre dato il centodieci percento in tutto quello che ho fatto; fin da quando ero bambino, ho vissuto in funzione della pallacanestro ma adesso, per una mia convinzione personale, non posso più dare quello che ho dato fino ad ora dentro e fuori dal campo. Non a livello tecnico e fisico, ma a livello di priorità.
Ci sono sensazioni che non si riescono a spiegare con la ragione: è una scelta difficile e dolorosa, magari avrei potuto ancora dare il mio contributo, però non ero completamente convinto. Continuerò ad essere a stretto contatto con tutto l’ambiente della Pallacanestro Molfetta per la collaborazione che ci lega con i Molfetta Ballers, continuerò ad essere al Pala Poli e tifare ogni domenica per i colori biancorossi››.

Per tutti sarebbe stato un piacere continuare ad ammirare le sue giocate sul campo ma, per Andrea, è arrivato il momento di dire "basta".
Resteranno a lungo indelebili i ricordi degli ultimi anni: dall’esordio sul parquet di Cisternino, ai 23 decisivi punti in Gara 3 di semifinale playoff di serie C Silver, senza dimenticare le ultime pennellate nel quarto periodo contro Ostuni e Monopoli.

‹‹E ora non ci resta che ringraziarti per tutto quello che hai dato per questa maglia - le parole della squadra - Grazie capitano!››

Lascia il tuo commento
commenti